sabato 30 dicembre 2017

Io prima di te - Jojo Moyes

Casa editrice: Mondadori
Anno di pubblicazione: 2016
Nr. pagine: 391
Prezzo di copertina: € 13,00


Voto personale: ❤❤❤❤



"A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco."

____________________

Questa è una delle poche volte nel quale mi decido a leggere un libro solo dopo aver visto il relativo film.
"Io prima di te" interpretato da Emilia Clarke e da Sam Claflin nei ruoli di Louisa e Will, mi aveva commosso all'inverosimile e tanto mi aspettavo dal libro.

Louisa Clark è una ragazza che ha appena perso il suo lavoro e non riesce a trovarne un altro.
La situazione economica della sua famiglia non è rosea in quanto l'unico a portare a casa lo stipendio è il padre, che può contare su un impiego molto precario.
Louisa non ha un titolo di studio che le permetta di lavorare in un ufficio e non ha mai fatto altro se non la barista.
Quando si presenta da Mrs Traynor per un colloquio come assistente per il figlio tetraplegico non si aspetta di certo di poter essere assunta.

Will Traynor è un ragazzo molto ricco, intelligente e brillante ma che a causa di un incidente è costretto a stare per il resto della sua vita su una sedia a rotelle.
Will ha già alle sue dipendenze Nathan, un infermiere che lo assiste dal punto di vista medico, mentre Louisa è stata assunta dalla madre per tenergli compagnia e cercare di sollevarlo dalla depressione nel quale è caduto dopo l'incidente.

Per Louisa non sarà facile perchè Will ha un pessimo carattere, si è chiuso in se stesso ed è deciso a non voler più continuare a vivere.
E' ascoltando per caso una conversazione tra la madre e la sorella di Will che Louisa scopre che il ragazzo ha fissato un appuntamento in una clinica in Svizzera per praticare il suicidio assistito.

"Avevo 117 giorni per convincere Will Traynor che aveva una ragione per vivere"

Questa diventa la missione di Louisa, una vera corsa contro il tempo per cercare di convincere Will a non togliersi la vita.

Poco alla volta riesce a farlo uscire di casa e a coinvolgerlo in alcune attività come il teatro, il cinema e a portarlo in un villaggio alle Mauritius.

L'appuntamento alla clinica Dignitas in Svizzera si sta per avvicinare e Louisa spera con tutta se stessa di essere riuscita nel suo intento.

____________________

Interessante è vedere come ad un certo punto del racconto i ruoli si invertano: dovrebbe essere Louisa a far sperimentare a Will cose nuove , invece è il ragazzo che fa di tutto per tirare Louisa fuori dal suo guscio.

"E' per questo che mi fai incavolare, Clark. Perchè vedo tutto questo talento, tutta questa energia e intelligenza e potenzialità. E non riesco proprio a capire come tu possa accontentarti di vivere una vita così scialba.
Una vita che si svolgerà quasi interamente nel raggio di dieci chilometri e non includerà nessuno che saprà mai sorprenderti, nè stimolarti, nè mostrarti cose che ti faranno girare la testa e non ti lasceranno dormire la notte"

Questo libro inoltre affronta un tema molto discusso attualmente, quello dell'eutanasia.
L'autrice all'interno di questo racconto mette a confronto diverse opinioni di pensiero.
Da una parte Will, il ragazzo affetto da tetraplegia C5/6, che non potrà mai più avere una vita normale.

"...non è la mia vita. Non ha niente a che vedere con la vita che voglio.... Io amavo la vita. Amavo il mio lavoro, i miei viaggi, quello che ero. Amavo essere una persona dinamica. Mi piaceva andare in moto, lanciarmi nel vuoto. Mi piaceva annientare l'avversario nelle trattative d'affari. Mi piaceva fare sesso. Facevo una bella vita. Non sono fatto per vivere su questa trappola, eppure questa è diventata la cosa che mi definisce. E' l'unica cosa che mi definisce.
Ho bisogno di finirla qui. Basta sedia. Basta polmonite. Basta gambe e braccia che mi bruciano. Basta dolore, spossatezza, e basta svegliarmi al mattino con il desiderio che la giornata sia già finita."

Dall'altro lato invece il parere di Louisa, dei suoi genitori e soprattutto della famiglia di Will, persone distrutte dal dolore che cercano in tutti i modi di fargli cambiare idea ma che purtroppo sanno di non poterlo costringere.

"Io prima di te" è una storia di coraggio.
Il coraggio di Will di decidere lucidamente di mettere fine alla sua vita, il coraggio dei suoi genitori di accettare questa sua decisione e il coraggio di Louisa di stargli accanto fino alla fine.

Dopo aver versato un mare di lacrime per questo romanzo, inizio a leggere il suo seguito "Dopo di te" con la speranza di ritrovare il sorriso.



CLICCA QUI SOTTO PER ACQUISTARE IL LIBRO:


Nessun commento:

Posta un commento