tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9

mercoledì 31 gennaio 2018

Londra in 4 giorni

La nostra idea era quella di passare il Capodanno tranquilli a casa a Zurigo in compagnia di amici, stare lì anche i giorni successivi e cercare di riposare il più possibile prima di ritornare al lavoro l'8 di gennaio.
Quando però, la mattina del 28 dicembre, Davide si è svegliato chiedendomi se avessi voglia di andare a Londra, non ho saputo resistere. Neanche il tempo di pensarci sopra e abbiamo prenotato il nostro volo.
Così, una volta passato il capodanno e salutato i nostri amici che tornavano in Italia, siamo partiti direttamente dall'aeroporto di Zurigo.

1° GIORNO - MERCOLEDI' 03 GENNAIO 2018

Atterrati verso le h 11,00 , ci siamo diretti velocemente in hotel per lasciare i bagagli ed iniziare il nostro tour per la città di Londra.

DOUBLE TREE BY HILTON LONDON GREENWICH
(Catherine Grove, Londra SE10 8FR, Inghilterra)




Trovare un hotel economico a Londra non è facile, soprattutto se lo cercate di buona qualità e situato in una zona centrale.
Siamo approdati a questa struttura dopo svariate ricerche. E' un po' fuori zona e, siamo sinceri, non proprio economica ma è vicinissima ai mezzi e abbiamo risparmiato molto grazie ad una buona offerta su Booking.com.
Non mi illudo che sia successo grazie al nostro fascino, quanto piuttosto ad un calo delle prenotazioni dopo il boom del 31 dicembre, ma appena arrivati alla reception il personale ha deciso di sistemarci in una camera al 7° piano riservata ai "Membri d'onore".
Ci ha inoltre omaggiato con un buonissimo e delizioso cookie al cioccolato come dono di benvenuto.
Le camere non sono molto grandi, ma belle, pulite e complete di tutti gli accessori: kit di cortesia, asciugamani, phon, ferro e asse da stiro ecc..
L'hotel si trova circa a 400 mt dalla stazione della DLR e dalle fermate dei bus di Depfort Bridge, comodissime per raggiungere il centro.


Prima di iniziare con il nostro pomeriggio da turisti, ci siamo fermati nel quartiere di Greenwich per pranzare.


THE GOLDEN CHIPPY
(62 Greenwich High Road, Londra SE10 8LF, Inghilterra)



Ottimo locale per un pranzo veloce.
Avevo letto delle recensioni fantastiche sul loro Fish and Chips ma noi abbiamo ordinato la Chicken and Mushroom Pie e una porzione di pollo grigliato , erano ottimi! 
Il locale è molto piccolo con solo tre/quattro tavoli all'interno e qualche tavolo anche all'esterno per poter mangiare all'aperto nelle belle giornate.
I camerieri sono stati molto gentili con noi e i prezzi sono molto economici.
L'unica nota negativa è stata la puzza di fritto che ci è rimasta impregnata sui vestiti. 

Dopo pranzo abbiamo preso i mezzi e ci siamo diretti verso i giardini di Kensington.

KENSINGTON GARDENS
(The Magazine Storeyard, Magazine Gate, Londra W2 UH, Inghilterra)
apertura: lun-dom dalle 06,00 alle 21,00




KENSINGTON PALACE
(Kensington Gardens, Londra W8 4PX, Inghilterra)
apertura: lun-dom dalle 10,00 alle 16,00
biglietto d'ingresso: £ 17,00
tempo di visita: circa 2 ore



Residenza reale tra il 1689 e il 1760, in seguito è diventata l'abitazione di diversi membri della famiglia reggente , tra cui la Regina Vittoria.
Attualmente il palazzo ospita gli uffici e le dependance private di alcuni membri della famiglia reale ma sono comunque visitabili gli appartamenti della Regina Vittoria (con la galleria di ritratti della casa reale) e le collezioni di abiti cerimoniali (dal 1760 ad alcuni abiti da cerimonie ufficiali della regina Elisabetta II) e degli abiti della Principessa di Galles, Lady Diana Spencer.


Il Kensington Palace era il nostro primo obiettivo, ma quando siamo arrivati erano passate le h 15,00 (orario di ultimo ingresso) per cui non è stato possibile entrare.
E' stato un vero peccato però abbiamo approfittato di quel momento libero per passeggiare con calma nei bellissimi giardini al suo esterno e ci siamo diretti successivamente verso Hyde Park.

HYDE PARK
apertura: lun-dom dalle 05,00 alle 00,00




Hyde Park rappresenta l'aerea verde più vasta di Londra.
Sparse al suo interno ci sono moltissime statue e monumenti; noi (a dir la verità io soltanto) ne cercavamo una in particolare: la statua di Peter Pan.
E' stato abbastanza difficile trovarla ma con un po' di pazienza ce l'abbiamo fatta! 

Ormai il cielo era buio e iniziava a fare molto freddo, ma prima di tornare a casa ci siamo diretti verso il quartiere di Belgravia, in particolare verso HARRODS.




Dopo aver curiosato per quasi un'ora dentro ai negozi siamo ripartiti per l'hotel e successivamente verso il ristorante .

NORTH POLE PIANO RESTAURANT
(131 Greenwich High Road, Londra SE10 8JA, Inghilterra)






Abbiamo prenotato questo ristorante per una cenetta romantica. Il ristorante è situato al secondo piano di un edificio ed è un locale molto elegante. 
Abbiamo scelto il Weekend Menù da 25 euro che comprende tre portate a scelta (un antipasto, un piatto principale e un dessert) da scegliere tra quelli proposti. 
Io ho preso come antipasto lo spicy crab ( due polpettine di granchio con coriandolo , servite con cubetti di mango e salsa piccante), ravioli ai funghi e crème brulé mentre il mio fidanzato ha fatto in tutto e per tutto le scelte migliori: un antipasto di involtini di salmone affumicato con all'interno gamberetti e crema di formaggio fresco, filetto di merluzzo in crosta di prosciutto crudo di Parma servito con crema di piselli e per dessert una crostata al cioccolato.
I suoi piatti erano da lacrime agli occhi, soprattutto gli involtini di salmone e gamberi (abbinamento fantastico!) , i miei invece erano comunque buoni ma niente di particolare.


2° GIORNO - GIOVEDI' 04 GENNAIO 2018

Prima di partire per il viaggio avevamo cercato su internet un locale dove provare una vera colazione inglese e questo è uno dei risultati della nostra ricerca.

THE BREAKFAST CLUB
(33 D'Arblay Street, Londra W1F 8EU, Inghilterra)




Il ristorante è abbastanza defilato dalle vie principali del quartiere di Soho ma comunque facile da trovare, è piccolo e non ci sono molti tavoli. 
Siamo stati molto fortunati perché abbiamo trovato subito posto per due mentre, quando siamo usciti fuori dal locale a colazione finita, si era creata una fila di attesa lungo tutta la via. Abbiamo ordinato la classica colazione all'inglese con uova, bacon, salsiccia, fagioli, funghi e pane tostato. Divino! Ci aspettava una lunga giornata e grazie a questo piatto siamo riusciti a tirare avanti fino a sera! 


Questa doveva essere senza dubbio la giornata più lunga e pesante di tutto il nostro programma.
Siamo partiti da TRAFALGAR SQUARE, la piazza dalla quale si diramano due vie molto importanti: la WHITEHALL che porta a Westminster e THE MALL che porta a Buckingham Palace.
Noi le abbiamo percorse entrambe, subito dopo aver fatto un giro alla National Gallery che, come tutti i musei a Londra, ha l'ingresso gratuito.


NATIONAL GALLERY
(Trafalgar Square, Londra WC2N 5DN, Inghilterra)
apertura: lun-dom dalle 10,00 alle 18,00 / ven dalle 10,00 alle 21,00
biglietto d'ingresso: gratuito 
audioguida: £ 4,00
tempo di visita: circa 2/3 ore



La National Gallery, fondata nel 1824, è un museo che ospita una ricca collezione composta da più di 2.300 dipinti di varie epoche.
Le collezioni sono suddivise in gruppi disposti secondo un ordine cronologico: 1260-1510 da Giotto a Leonardo (Mantegna, Botticelli, Bellini, van Eyck, Raffaello, Leonardo da Vinci); 1510-1600 da Raffaello a Veronese (Michelangelo, Raffaello, Tintoretto, Tiziano); 1600-1700 (Vermeer, Rubens, Rembrandt, Caravaggio); 1700-1900 (Canaletto, David, Friedrich, Goya) ed infine gli impressionisti e i post-impressionisti come Monet, Manet, Degas, van Gogh, Gaugin e Cézanne.


Da qui ci siamo poi incamminati lungo la Whitehall, incontrando lungo il nostro cammino numerose statue, monumenti e musei.
Siamo passati davanti alla HORSE GUARDS, ingresso ufficiale di Buckingham Palace e davanti al Nr. 10 di Downing Street, residenza del Primo Ministro, fino ad arrivare a PARLIAMENT SQUARE.





WESTMINSTER ABBEY
(20 Dean's Yard | Broad Sanctuary, Londra SW1P 3PA, Inghilterra)
apertura: lun-sab dalle 09,30 alle 15,30 / mer dalle 09,30 alle 18,00 / dom chiuso
biglietto d'ingresso: £ 22,00
audioguida: inclusa
tempo di visita: circa 1/2 ore





Westminester Abbey, l'edificio sacro più grande di tutto il Regno Unito, è una delle chiese più visitate del mondo cristiano.
Non solo è un edificio sacro alla Chiesa Anglicana: qui vengono anche incoronati i monarchi inglesi.
Il primo ad inaugurare questa lunga tradizione fu Guglielmo il Conquistatore nel 1066; da allora, salvo due eccezioni, tutti i sovrani inglesi sono stati incoronati qui (l'ultima è stata Elisabetta II nel 1953).
Il 6 settembre 1997, vi furono celebrati i funerali di Lady Diana, principessa del Galles vittima di un incidente automobilistico sotto il tunnel del Pont de l'Alma a Parigi.
L'abbazia funge inoltre da luogo di sepoltura dei regnanti (celebri le tombe di Elisabetta I e Maria Stuart, sepolte in due cappelle una di fronte all'altra) ed altri illustri cittadini.
Al suo interno si trovano centinaia di monumenti, targhe commemorative ed epigrafi dedicati a uomini di Stato, scienziati, musicisti e poeti.
Charles Darwin, Isaac Newton, Charles Dickens, Thomas Hardy, Jane Austen , Shakespeare, Oscar Wilde, le sorelle Bronte, questi sono solo alcuni degli illustri personaggi sepolti/ commemorati all'interno di Westminster Abbey.


Usciti dall'Abbazia di Westminster, abbiamo potuto ammirare l'imponente BIG BEN, ora in ristrutturazione ed interamente circondato da impalcature e il PALAZZO DI WESTMINSTER, conosciuto anche come HOUSES OF PARLIAMENT.




Tornati a Trafalgar Square abbiamo imboccato la via che porta verso Buckingham Palace, THE MALL.




BUCKINGHAM PALACE
(Buckingham Palace Road, Londra SW1A 1AA, Inghilterra)



Questa residenza reale fu costruita su un edificio preesistente del XVIII secolo. Le stanze del palazzo sono state aperte al pubblico per la prima volta nel 1993. In realtà gli ambienti visitabili sono solo 19 su 661, e in ogni caso solo nei mesi di agosto e settembre e quando i Windsor non sono nel palazzo.


Non avendone potuto visitare l'interno, ci siamo incamminati verso il vicino parco, il ST. JAMES'S PARK.





Nel parco c'è un grosso laghetto con cigni bianchi e neri, papere e altri uccelli acquatici e nei prati tutt'intorno una moltitudine di scoiattoli che si avvicinano ai passanti speranzosi di trovare del cibo.

Usciti dal parco ci siamo nuovamente diretti verso Parliament Square, abbiamo passato il WESTMINSTER BRIDGE e abbiamo ammirato l'enorme ruota panoramica del London Eye tutta illuminata.

LONDON EYE
(Queen's Walk, South Bank, Londra SE1 7PB, Inghilterra)
apertura: sab-dom dalle 11,00 alle 18,00
biglietto d'ingresso: £ 27,00
tempo di visita: circa 30 minuti




Avevamo prenotato un tavolo in un pub alle h 21,00 e, per cercare di tirare l'orario senza dover tornare in hotel, ci siamo infilati in uno Starbucks per bere qualcosa di caldo e ripararci dal freddo pungente di Londra.

BLACK FRIAR
(174 Queen Victoria Street, Londra EC4V 4EG, Inghilterra)





Volevamo organizzare una cena in un tipico pub londinese ed eccoci accontentati.
Il pub è facile da raggiungere e si trova proprio davanti alla fermata della metro di Blackfriar.
Si tratta di un ex monastero. Al suo interno gli arredi sono tutti di legno e il soffitto è decorato con raffigurazioni di frati intenti a svolgere le loro attività quotidiane.
Abbiamo ordinato due Ocean Fish and Chips con merluzzo e scampi fritti. Il miglior Fish and Chips che ho provato a Londra, buonissimo e per niente unto.
Hanno ottime birre artigianali sia inglesi che straniere.


3° GIORNO - VENERDI' 05 GENNAIO 2018

Arrivati vicino al Tower Bridge e alla Torre di Londra, ci siamo fermati a fare colazione in un piccolo bar trovato per caso girovagando nei dintorni.

WHITE MULBERRIES
(D3 Ivory House, St Katharine Docks, Londra E1W 1AT, Inghilterra)




E' stata la colazione meno inglese che potessi fare a Londra, ma era davvero molto buona!
I proprietari di questo bar sono italiani e per colazione ho ordinato cappuccino e un dolce portoghese che amo moltissimo: i Pasteis de Nata.
Davide invece ha optato per il thè con una fetta di banana bread tostato.

Dopo la colazione ci siamo messi in marcia verso il Tower Bridge e la London Tower, probabilmente il luogo che più ci ha emozionato in questa bellissima città.


TOWER BRIDGE
(Tower Bridge Road, Londra SE1 2UP, Inghilterra)




TORRE DI LONDRA
(Tower Hill, Londra EC3N 4AB, Inghilterra)
apertura: dom-lun dalle 10,00 alle 16,30 / mar-sab dalle 09,00 alle 16,30
biglietto d'ingresso: £ 28,00
audioguida: £ 4,00
tempo di visita: circa 3/4 ore

Negli anni la Tower of London ha svolto le funzioni più disparate: palazzo, prigione, luogo di esecuzioni, Zecca reale, arsenale, camera del tesoro e addirittura zoo.

Cosa vedere all'interno della torre di Londra:

- Il Palazzo Medievale



Il primo percorso, alla destra dopo l' entrata principale, concerne la Torre di San Tommaso, la Torre Wakefield e la Torre della Lanterna. Era la parte della Torre che veniva utilizzata come residenza e che oggi prende il nome di Palazzo Medioevale.
Costruiti da Enrico III ( 1216-1272) e dal figlio Edoardo I ( 1272-1307) sono stati ricreati recentemente per offrire ai visitatori una immagina realistica di quella che doveva essere la vita dei reali in quei secoli lontani.
La Torre di Londra in genere non fu mai una residenza stabile dei monarchi inglesi. Solo in determinate circostanze, infatti i Re si spostavano all' interno della Torre, spesso per questioni di sicurezza durante guerre o minacce imminenti.


- I gioielli della Corona



I gioielli della Corona sono costituiti dalle regalie e dagli oggetti portati dal sovrano o indossati durante la cerimonia dell'incoronazione o durante altre cerimonie di stato. La collezione comprende: corone, scettri, globi, spade, anelli e una serie di paramenti sacri oltre a moltissimi oggetti cerimoniali.
Nelle prime sale dell'esposizione potrete inoltre vedere quadri raffiguranti i più importanti sovrani d'Inghilterra nel giorno della loro investitura, oltre al video in bianco e nero dell'incoronazione dell'ultima regina Elisabetta II.


- La Torre Bianca



La Torre Bianca è il complesso originale della Torre di Londra. Risale al 1075 ed è stata costruita come fortificazione da Guglielmo il Conquistatore.
La Torre svolgeva principalmente la funzione di Fortezza, di prigione, oltre che residenza saltuaria dei Re.
Entrando oggi nella Torre possiamo ammirare la collezione di armi e armature appartenute ai re e ai membri della corte nei secoli XVI e XVII.
Tra queste spicca l'armatura argentata del 1515 appartenuta ad Enrico VIII.


- Il memoriale delle esecuzioni



"Gentile visitatore medita un istante nel luogo dove la morte scese spegnendo per sempre tanti giorni luminosi. Qui si ruppe il luccicante filo della vita di nomi incoronati di gemme preziose. Possano essi trovare l'eterno riposo mentre camminiamo, generazione dopo generazione attorno al loro coraggio e ardore, sotto questi cieli inquieti".

A fianco della Torre Bianca, in mezzo al prato, possiamo ammirare il Tower Green, un monumento di vetro posizionato dove un tempo c'era il ceppo per le decapitazioni.
Qui, tra i prigionieri più famosi della Torre, sono state giustiziate Anna Bolena, seconda moglie di Enrico VIII, accusata di tradimento, Catherine Howard, quinta moglie di Enrico VIII, accusata sempre di adulterio e Lady Jane Grey, regina d'Inghilterra per soli 9 giorni, decapitata a soli 16 anni con l'accusa di tradimento.


- La Bloody Tower



Costruita nel 1220 da Enrico III, la torre sanguinante aveva il compito di controllare l’entrata di accesso principale alla fortezza.
Il nome lo deve all’assassinio dei principini eredi al trono d’Ingilterra, Edoardo V di 12 anni, e il fratello Riccardo di 10 anni. Nel 1483, i fratelli noti come i principi della Torre, furono rinchiusi qui da Riccardo di Gloucester (loro zio e futuro Riccardo III).
Secondo le cronache, i fratellini furono soffocati nel loro letto e sepolti nudi ai piedi della White Tower.
Nel 1674, durante dei lavori, due scheletri di ragazzini furono effettivamente ritrovati. 
I resti furono sepolti nell’angolo degli Innocenti nell’Abbazia di Westminster.


- I corvi della torre



I corvi sono uno dei simboli della Torre di Londra. Secondo la leggenda, qualora dovessero andarsene, cadrebbero sia la monarchia che la Torre Bianca.
Si racconta che i corvi della Torre siano tutelati fin dai tempi di Carlo II quando il sovrano, venuto a conoscenza di questa profezia, diede l'ordine di proteggerli affinché restassero per sempre.
In realtà, non esistono testimonianze in merito, e questa leggenda resta un altro dei numerosi e affascinanti miti legati alla Torre.


Per visitare la Torre di Londra abbiamo impiegato circa 4 ore e una volta usciti eravamo molto affamati per cui ci siamo subito messi alla ricerca di un ristorante.


BODEAN'S BBQ - TOWER HILL
(16 Byward Street, Londra EC3R 5BA, Inghilterra)




Siamo entrati in questo ristorante con una gran voglia di mangiare hamburger.
Ho ordinato lo Smokey Joe's Burger , un hamburger con insalata di cavolo, pomodori e sfilaccetti di maiale affumicati serviti su pane tostato con semi di sesamo, buonissimo!!


Nel pomeriggio in realtà avevamo in programma di visitare il SHAKESPEARE'S GLOBE (la ricostruzione del Teatro di Shakespeare), il GOLDEN HINDE (il galeone del corsaro Francis Drake) e il LONDON BRIDGE, ma eravamo molto stanchi e volevamo avvicinarci all'hotel.
Inoltre eravamo alloggiati nel quartiere di Greenwich e potevamo non andare a vedere con i nostri occhi il meridiano 0??! 
Abbiamo fatto qualche cambiamento nel nostro programma e, un po' appesantiti dal pranzo, ci siamo diretti verso l'osservatorio di Greenwich.

ROYAL OBSERVATORY GREENWICH
(Blackheath Avenue, Greenwich, Londra SE10 8EJ, Inghilterra)
apertura: dom-sab dalle 10,00 alle 17,30 
biglietto d'ingresso: £ 10,00
audioguida: compresa 
tempo di visita: circa 1/2 ore



Il Royal Observatory è il più antico centro scientifico del Regno Unito.
Venne fatto costruire da Carlo II nel 1675 affichè , attraverso l'osservazione delle stelle, si trovasse un metodo per rendere la navigazione più precisa.
L'osservatorio ospita un interessante museo che documenta le origini dell'astronomia e la storia del calcolo del tempo dagli orologi solari a quello atomico, spiega l'importanza del concetto di longitudine e della sua ricerca e conserva il primo meccanismo di John Harrison.
Nel complesso dell'osservatorio, nel giardino esterno, è inoltre rappresentato, con una linea rossa, il MERIDIANO 0.


Un desiderio che avevamo prima di andare a Londra era quello di sentire musica Jazz dal vivo in uno dei loro tipici locali notturni.
Ne abbiamo trovato uno che ci ispirava incappando su un blog di un viaggiatore, che raccontava del suo precedente viaggio a Londra, e ci siamo convinti a prenotare.


606 CLUB
(90 Lots Road, Londra SW10 0QD, Inghilterra)



Per trovare questo locale dovrete prestare molta attenzione. Dalla strada l'unico indizio è la scritta "606" sopra ad un arco di mattoni lungo il muro della strada, che potrebbe passare per un qualsiasi numero civico.
Se però passate sotto all'arco di pietra troverete una grata chiusa senza nessuna indicazione e un campanello da suonare. Premetelo e aspettate pochi minuti.
Una cameriera vi aprirà e vi accompagnerà nello scantinato dove si trova il bar/ristorante ed improvvisamente sentirete della musica che dalla strada non avevate minimamente udito.
La cameriera ci ha fatto accomodare ad uno dei primi tavolini di fronte al palco e mentre mangiavamo, abbiamo potuto assistere ad un concerto di musica jazz dal vivo. Questo locale è stato una vera scoperta!


4° GIORNO - SABATO 06 GENNAIO 2018

Per l'ultimo giorno abbiamo deciso di consumare la colazione nel nostro hotel.
Abbiamo potuto scegliere tra la colazione continentale e quella tipica inglese.


BRITISH MUSEUM
(Great Russell Street, Londra WC1B 3DG, Inghilterra)
apertura: sab-gio dalle 10,00 alle 17,30 / ven dalle 10,00 alle 20,30
biglietto d'ingresso: gratuito
audioguida: £ 7,00
tempo di visita: circa 3/4 ore



Il British Museum è uno dei più antichi e importanti musei al mondo, nonché il più grande della Gran Bretagna.
Nelle sue 94 gallerie sono esposti circa 7 milioni di oggetti appartenenti alla storia dell'arte e delle cultura di tutto il mondo.
Fra le raccolte più prestigiose spicca senza dubbio la collezione egizia, con arte funeraria, sarcofagi, mummie, monili, rotoli di scritture e frammenti di templi. Uno dei pezzi più famosi in assoluto a livello mondiale è la stele di Rosetta grazie alla quale è stato possibile decifrare i geroglifici. 


Abbiamo girovagato all'interno delle stanze del British Museum per circa quattro ore.
Ci sarebbe stato ancora molto altro da vedere all'interno del museo, ma eravamo sfiniti quindi abbiamo deciso di andarcene , pranzare velocemente a poi continuare con il nostro programma.


THE BRITISH LIBRARY
(96 Euston Road, Londra NW1 2DB, Inghilterra)
apertura: lun-gio dalle 09,30 alle 20,00 / ven dalle 09,30 alle 18,00 / sab dalle 09,30 alle 17,00 / dom dalle 11,00 alle 17,00
biglietto d'ingresso: gratuito
tempo di visita: circa 1 ora




La British Library conserva una copia di qualsiasi pubblicazione inglese, sia essa libro, rivista, fumetto, manoscritto storico o carta geografica.
Gli interni ospitano diverse aree espositive e caffè aperti al pubblico, mentre l'utilizzo delle sale di lettura è riservato ai tesserati.
Al centro della biblioteca si trova la King's Library, una torre di vetro alta 17 metri (accessibile solo al personale) in cui è conservata una raccolta di 65000 volumi rilegati in pelle proveniente dalla biblioteca di Giorgio III.
La John Ritblat Gallery: Treasures of the British Library comprende scritti e disegni (ordinati per temi) realizzati nell'arco degli ultimi tre millenni e provenienti da ogni parte del mondo. Fra i tanti documenti custoditi (carte geografiche, lettere, bibbie, manoscritti letterari, documenti storici e partiture, ad esempio di Mozart e Handel), i più importanti sono sicuramente la Magna Carta, una bibbia di Gutenberg, manoscritti di famosi autori inglesi, lettere del Mahatma Gandhi e le prime canzoni scritte a mano dai Beatles.


Per tutti gli appassionati di Harry Potter: per celebrare il 20° anniversario dall'uscita del primo libro, la British Library ospiterà fino al 28 febbraio 2018 la mostra "Harry Potter. A history of Magic".
Si tratta di una mostra interamente dedicata alle avventure del maghetto più famoso al mondo.
Oltre a libri di magia e archivi personali di J.K. Rowling, l'esposizione mette in mostra anche manoscritti di età medioevale che narrano la nascita di draghi e grifoni e l'origine della pietra filosofale.




E sempre per restare in tema, subito dopo la visita alla British Library, siamo andati a cercare la stazione di King's Cross per fare una foto vicino al binario 9 e 3/4.

KING'S CROSS STATION
(Euston Road, Londra N1 9AP, Inghilterra)




Quando ho scoperto dell'esistenza della riproduzione  del binario 9 e 3/4 non sono più riuscita a togliermi dalla testa l'idea di fare una fotografia con il carrello delle valigie incastrate a metà nel muro.
Scioccamente, dato che si trovava all'interno di una stazione perennemente affollata, non pensavo fosse un oggetto famoso tra i turisti.
Pensavo di fare velocemente una fotografia senza essere notata in mezzo al via vai delle persone presenti in stazione e andarmene.
Non mi immaginavo certo una fila lunghissima di persone in coda dietro a delle transenne che aspettavano il loro turno, né tanto meno che si dovesse pagare per poter avere la fotografia scattata dal personale del negozio, dedicato ad Harry Potter, situato a fianco.
Ci saranno state almeno due ore di coda per cui abbiamo deciso di evitarci la fila e di rientrare in hotel a riposare.

La sera abbiamo cenato nel bar dell'hotel e poi siamo andati presto in camera per fare le valigie e dormire, dato che la mattina successiva saremmo ripartiti molto presto per l'Italia.


5° GIORNO - DOMENICA 07 GENNAIO 2018

Ci siamo svegliati verso le 04,30 del mattino.
Purtroppo le metropolitane si attivano più o meno verso le ore 06,00 del mattino e noi dovevamo partire prima per raggiungere in tempo l'aeroporto.
Abbiamo dovuto quindi cambiare due pullman per arrivare dalla zona di Greenwich fino all'enorme Victoria Station , dove abbiamo preso un treno fino al London Gatwick, l'aeroporto da dove partiva il nostro volo.

Purtroppo il nostro viaggio è terminato troppo in fretta, ma come al solito ho scattato tantissime fotografie ricordo!
















Nessun commento:

Posta un commento