giovedì 29 marzo 2018

L'amante silenzioso - Clara Sanchez

Casa editrice: Garzanti
Anno di pubblicazione: 
2018
Nr. pagine: 320

Prezzo di copertina: 
€ 18,90

Voto personale: 




"Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un’ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null'altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d’amore. Isabel deve salvarlo. Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l’obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C’è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all'altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari."



____________________



La protagonista è stata ingaggiata da una ricca famiglia spagnola per andare in Kenya con lo scopo di avvicinarsi a loro figlio e convincerlo a tornare a casa.
L’unico modo che Isabel ha di entrare in rapporto con Ezequiel è quello di fingersi interessata a diventare parte della sua comunità, l’Orden Humanitaria.

Il ragazzo dopo aver sofferto per la fine di una relazione ha incontrato Maina, il capo della comunità e, dopo aver subito da quest’ultimo il lavaggio del cervello, ha deciso di abbandonare la sua famiglia e far perdere le sue tracce.
L’Orden in poco tempo è diventata in tutto e per tutto l’unica famiglia di Ezequiel.
Come lui, altri ragazzi e ragazze sono stati raggirati e illusi da Maina. Vedono quest’uomo come una persona buona, superiore, meritevole di essere la loro guida, il loro padre.

“Maina sembrava superiore a tutti, non solo ai membri dell’Orden, ma a tutta Mombasa e al mondo in generale. Non c’era bisogno che parlasse ad alta voce o che s’imponesse agli altri. C’era qualcosa nel suo modo di stare seduto, di guardare, nei lineamenti del viso, nel colore scuro della pelle, che definiva il naso e gli zigomi, il pizzetto, li sfumava e dava loro consistenza e autorità, nella sua affabile serietà, che lo innalzavano al ruolo di maestro. Dalla prima volta che avevo sentito il suo nome, era cresciuto in me tutto ciò che vedevo in quel momento.”

Anche Isabel, una volta entrata nella setta, rimane in un primo momento interdetta.
Sa perfettamente che Maina è in realtà una persona abominevole che si sta approfittando di ragazzi confusi e ingenui, ma fatica anche lei a rimanere concentrata sul suo obiettivo e a non lasciarsi ingannare.
Maina promette ai ragazzi la libertà quando in realtà li sta tenendo in catene, li tiene psicologicamente in pugno e per farlo li ha, per prima cosa, allontanati da tutti i loro affetti.
Insegna loro che quella è la vera famiglia a cui appartengono, che loro tutti sono una cosa sola e per entrare completamente in sintonia l’uno con l’altro devono liberarsi da ogni segreto, lasciare da parte il pudore, che è uno sporco sentimento terreno, e li convince addirittura ad avere rapporti sessuali tra di loro.
Vere e proprie orge in cui i ragazzi sono consenzienti e convinti di farlo per raggiungere la purezza spirituale.

Maina, oltre alla vita che conduce in comunità, nasconde in realtà dei segreti e collabora con qualcuno in affari loschi.
Smascherarlo e sbugiardarlo davanti agli occhi dei ragazzi e alle autorità del Kenya non sarà facile per Isabel perché Maina ha spie e informatori ovunque che tengono d’occhio la ragazza e chi collabora con lei.

Un libro che si legge in fretta, capace di affascinare.
Da una parte la descrizione del paesaggio africano che conquista con i suoi colori, gli animali in libertà, il lusso dei villaggi per turisti e la semplicità dei villaggi degli abitanti locali con i loro usi e costumi.
Dall’altro lato la curiosità verso certi meccanismi di questo mondo malato, dove ci sono persone disturbate che si approfittano delle debolezze altrui per i loro scopi.
La scrittrice alterna capitoli in cui la storia viene raccontata dal punto di vista di Isabel e altre volte da quello di Ezequiel. Ci fa quindi entrare nella testa sia della ragazza che vuole salvare altri dalla stessa sorte al quale è andato incontro il fratello morto suicida, sia nei pensieri manipolati di Ezequiel che è convinto di essere nel giusto e di aver trovato il paradiso, rinnegando la sua famiglia e riconoscendola come qualcosa di negativo per lui.
Una storia con un ritmo incalzante, che offre molti spunti di riflessione e che ti terrà incollato dalla prima all’ultima pagina!


CLICCA QUI SOTTO PER ACQUISTARE IL LIBRO:


giovedì 15 marzo 2018

Nient'altro al mondo - Laura Martinetti , Manuela Perugini

Casa editrice: Garzanti
Anno di pubblicazione: 
2018
Nr. pagine: 228

Prezzo di copertina: 
€ 16,90

Voto personale: 




La vita, a volte, mette davanti allo stesso istante. È così per Alma e Maria che scoprono di essere in attesa di un figlio a pochi mesi di distanza l’una dall’altra. Sono in momenti diversi della loro esistenza, eppure d’un tratto così simili. Ed è sempre stato così per loro due: amiche dai banchi del liceo non c’è pianto che non sia stato consolato o risata che non abbia avuto la sua eco. Nonostante la distanza e nonostante le cur­ve del destino. Ma ora è arrivata la notizia che cambia tutto. Quella notizia che riempie di paura e di emozione. Le loro strade, però, si dividono presto: il sogno di Alma continua mese dopo mese, mentre quello di Maria si spezza in una fredda giornata d’inverno. Ed è allora che l’amicizia che le lega deve stringere i fili della sua rete. È allora che ognuna di loro deve trovare la forza di dare spazio all’altra, superando il proprio dolore o la propria gioia. Perché dolore e gioia possono confondersi, scambiarsi, sorprendere. Perché si è fragili e forti nello stesso tempo, come l’argilla. Alma e Maria scoprono che dire tutto quello che c’è in fondo al cuore spesso è un’impresa difficile. Ma non è così se abbiamo accanto chi sa ascoltare. Chi ci fa sentire come se non ci fosse nient’altro al mondo. 
____________________

Alma e Maria sono anime affini, inseparabili sin dai tempi del liceo.
Crescendo ognuna di loro si è dedicata intensamente alla propria vita , mantenendo comunque intatta la loro speciale amicizia.

Alma è sposata con Stefano, un marito che la ama ma che non le racconta mai a parole i suoi sentimenti.
E' sola nel bagno della sua casa in montagna quando fa il test di gravidanza e scopre di essere incinta.
E' sopraffatta dalla felicità e cerca un momento speciale per comunicare la notizia al marito.



"E siamo un uomo e una donna instupiditi dalla notizia che milioni di esseri umani hanno ricevuto prima di noi. La normalità quando ci tocca cede il posto ad un senso di unicità assoluta. Siamo gli unici al mondo."




Maria invece aspetta l'esito del test con Pietro al suo fianco. Un uomo affettuoso che ha scelto di stare con lei dopo che Maria aveva divorziato dal suo ex marito.
Anche loro sono felici per la lieta notizia, come lo sono anche Sveva, la sorella di Pietro, e le nonne anziane di Maria.
Dopo poche settimane però il loro sogno si interrompe bruscamente.
Maria scopre che la sua è una gravidanza extrauterina.
Il feto sta crescendo all'interno di una tuba e bisogna subito fermare la gravidanza prima che provochi danni.
Maria è costretta quindi a recarsi in ospedale ed aspettare che i dottori, con un'iniezione o una semplice pastiglia, spengano per sempre la vita che ha iniziato a crescere dentro di lei.

"Mi sembrava che tutto fosse cambiato, anche se apparentemente poteva sembrare tutto uguale. O forse era tutto uguale a prima, e si era trattato solo di una parentesi nella mia vita che si sarebbe chiusa senza tracce né residui?
Per rispondere bisognerebbe sapere se un embrione è già vita o è solo materia. Io, ingenuamente, avevo creduto fosse vita."

Il dolore per Maria è immenso, ma viene prontamente accantonato nel momento in cui Alma partorisce il suo bambino.
Anche per lei le cose non vanno lisce e si teme per la vita del piccolo Lorenzo.
Maria corre subito dall'amica per starle vicino e infonderle coraggio.
____________________

Un racconto scritto a quattro mani, quelle di Laura Martinetti e Manuela Perugini. Due amiche inseparabili, proprio come Alma e Maria.
Il loro è un racconto di maternità e di amicizia che ci fa riflettere sulle varie sfaccettature del dolore, della felicità e dell'essere donna e madre.
Scritto con un linguaggio ricercato , quasi come una poesia, ma scorrevole, piacevole e molto commovente.



"Certi fiori nascono da un terreno ostile, si fanno strada sotto le pietre, sotto il cemento ed emergono vittoriosi. La loro bellezza è amplificata dal contrasto con ciò che li circonda. Hanno vinto i limiti a loro imposti. Hanno sfidato la natura e l'hanno piegata al loro volere. Sono eccezionalmente forti pur essendone inconsapevoli."


CLICCA QUI SOTTO PER ACQUISTARE IL LIBRO:


mercoledì 7 marzo 2018

Sorprendimi! - Sophie Kinsella

Casa editrice: Mondadori
Anno di pubblicazione: 2018
Nr. pagine: 308
Prezzo di copertina: € 20,00


Voto personale: ❤❤❤❤❤







Dan e Sylvie stanno insieme da dieci anni. Matrimonio felice, due splendide gemelle, una bella casa, una vita serena. Sono talmente in sintonia che quando uno dei due inizia a parlare l'altro finisce la frase... è come se si leggessero nel pensiero. Un giorno però, dopo una visita medica di routine, scoprono di essere così in forma che la loro aspettativa di vita è di altri sessantotto anni. Ancora sessantotto anni insieme? Dan e Sylvie sono sconcertati. Non pensavano certo che "finché morte non ci separi" significasse stare insieme così a lungo! Dopo l'iniziale stupore, si instaura tra i due un certo disagio, seguito a ruota dal panico più totale. Decidono dunque di farsi delle "sorprese" per ravvivare fin da subito il loro matrimonio "infinito", per non stufarsi mai l'uno dell'altra... Ma si sa bene che non sempre le sorprese portano al risultato sperato... e in un batter d'occhio sorgono contrattempi poco graditi e malintesi che rischiano di minare le fondamenta della loro unione. E quando cominciano a emergere alcune verità taciute, Dan e Sylvie iniziano a domandarsi se dopo tutto... si conoscono davvero così bene.



____________________



2 parti della solita ironia, 1 parte di riflessione e 3 parti di suspense… è questa la ricetta per un cockt… scusate, intendevo libro di successo!!
Ancora una volta Sophie Kinsella riesce a sorprendermi!
Questo romanzo si differenzia dai soliti perché perde un po’ della leggerezza tipica, per esempio, della saga“I love shopping” ma tende ad approfondire argomenti più importanti come il matrimonio e la vita di coppia, senza però perdere la sua comicità e vivacità.
Lo stile inconfondibile della Kinsella si intravede benissimo nel momento in cui i due protagonisti, Sylvie e Dan, iniziano a farsi a vicenda questa serie di sorprese, una più assurda e disastrosa dell’altra, per portare un po’ di brio all’interno della loro coppia.
Sylvie ha fatto esattamente quello che farebbe la mitica Becky (I love shopping): cercare di pilotare con tutta la sua astuzia e fantasia le sorprese del marito per evitare di ricevere qualcosa di sgradito.
Sono questi i momenti di maggior comicità del romanzo.
Poi però arriva un momento in cui Dan sembra prendere sempre di più le distanze dalla moglie, quasi come se fosse stufo di lei e la volesse lasciare o addirittura avesse una relazione con un’altra donna.
Che cosa sta combinando Dan? Possibile che abbia davvero un’altra donna??
È incredibile come questa scrittrice con la sua bravura sappia farmi entrare in empatia con i personaggi.
In questo punto della storia la suspense mi ha costretto a stare alzata fino a notte fonda per finire la lettura del libro e una volta riposto sul comodino ho impiegato qualche minuto a rendermi conto che non si trattava delle mia vita ma solo di un racconto scritto su carta.
Ovviamente non vi posso rivelare il finale, ma vi posso dire che è davvero inaspettato, triste e commovente.
Un finale molto ricercato nei particolari, quasi quello di un thriller ed è qualcosa che nei romanzi della Kinsella non si era ancora visto, una vera sorpresa!


CLICCA QUI SOTTO PER ACQUISTARE IL LIBRO: