tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9 tag foto 9

giovedì 15 marzo 2018

Nient'altro al mondo - Laura Martinetti , Manuela Perugini

Casa editrice: Garzanti
Anno di pubblicazione: 
2018
Nr. pagine: 228

Prezzo di copertina: 
€ 16,90

Voto personale: 




La vita, a volte, mette davanti allo stesso istante. È così per Alma e Maria che scoprono di essere in attesa di un figlio a pochi mesi di distanza l’una dall’altra. Sono in momenti diversi della loro esistenza, eppure d’un tratto così simili. Ed è sempre stato così per loro due: amiche dai banchi del liceo non c’è pianto che non sia stato consolato o risata che non abbia avuto la sua eco. Nonostante la distanza e nonostante le cur­ve del destino. Ma ora è arrivata la notizia che cambia tutto. Quella notizia che riempie di paura e di emozione. Le loro strade, però, si dividono presto: il sogno di Alma continua mese dopo mese, mentre quello di Maria si spezza in una fredda giornata d’inverno. Ed è allora che l’amicizia che le lega deve stringere i fili della sua rete. È allora che ognuna di loro deve trovare la forza di dare spazio all’altra, superando il proprio dolore o la propria gioia. Perché dolore e gioia possono confondersi, scambiarsi, sorprendere. Perché si è fragili e forti nello stesso tempo, come l’argilla. Alma e Maria scoprono che dire tutto quello che c’è in fondo al cuore spesso è un’impresa difficile. Ma non è così se abbiamo accanto chi sa ascoltare. Chi ci fa sentire come se non ci fosse nient’altro al mondo. 
____________________

Alma e Maria sono anime affini, inseparabili sin dai tempi del liceo.
Crescendo ognuna di loro si è dedicata intensamente alla propria vita , mantenendo comunque intatta la loro speciale amicizia.

Alma è sposata con Stefano, un marito che la ama ma che non le racconta mai a parole i suoi sentimenti.
E' sola nel bagno della sua casa in montagna quando fa il test di gravidanza e scopre di essere incinta.
E' sopraffatta dalla felicità e cerca un momento speciale per comunicare la notizia al marito.



"E siamo un uomo e una donna instupiditi dalla notizia che milioni di esseri umani hanno ricevuto prima di noi. La normalità quando ci tocca cede il posto ad un senso di unicità assoluta. Siamo gli unici al mondo."




Maria invece aspetta l'esito del test con Pietro al suo fianco. Un uomo affettuoso che ha scelto di stare con lei dopo che Maria aveva divorziato dal suo ex marito.
Anche loro sono felici per la lieta notizia, come lo sono anche Sveva, la sorella di Pietro, e le nonne anziane di Maria.
Dopo poche settimane però il loro sogno si interrompe bruscamente.
Maria scopre che la sua è una gravidanza extrauterina.
Il feto sta crescendo all'interno di una tuba e bisogna subito fermare la gravidanza prima che provochi danni.
Maria è costretta quindi a recarsi in ospedale ed aspettare che i dottori, con un'iniezione o una semplice pastiglia, spengano per sempre la vita che ha iniziato a crescere dentro di lei.

"Mi sembrava che tutto fosse cambiato, anche se apparentemente poteva sembrare tutto uguale. O forse era tutto uguale a prima, e si era trattato solo di una parentesi nella mia vita che si sarebbe chiusa senza tracce né residui?
Per rispondere bisognerebbe sapere se un embrione è già vita o è solo materia. Io, ingenuamente, avevo creduto fosse vita."

Il dolore per Maria è immenso, ma viene prontamente accantonato nel momento in cui Alma partorisce il suo bambino.
Anche per lei le cose non vanno lisce e si teme per la vita del piccolo Lorenzo.
Maria corre subito dall'amica per starle vicino e infonderle coraggio.
____________________

Un racconto scritto a quattro mani, quelle di Laura Martinetti e Manuela Perugini. Due amiche inseparabili, proprio come Alma e Maria.
Il loro è un racconto di maternità e di amicizia che ci fa riflettere sulle varie sfaccettature del dolore, della felicità e dell'essere donna e madre.
Scritto con un linguaggio ricercato , quasi come una poesia, ma scorrevole, piacevole e molto commovente.



"Certi fiori nascono da un terreno ostile, si fanno strada sotto le pietre, sotto il cemento ed emergono vittoriosi. La loro bellezza è amplificata dal contrasto con ciò che li circonda. Hanno vinto i limiti a loro imposti. Hanno sfidato la natura e l'hanno piegata al loro volere. Sono eccezionalmente forti pur essendone inconsapevoli."


CLICCA QUI SOTTO PER ACQUISTARE IL LIBRO:


Nessun commento:

Posta un commento