martedì 19 febbraio 2019

Recensione: Formule Mortali di François Morlupi

Casa editrice: CROCE LIBRERIA
Anno di pubblicazione: 2018
Nr. pagine: 320

Prezzo di copertina: € 15,00

Voto personale: ❤❤❤





"In una torrida estate romana un passante scopre un cadavere di un uomo atrocemente torturato e mutilato. Sul terreno insanguinato gli arti amputati disegnano una celebre formula fisica. È il primo di una serie di omicidi rituali che coinvolgono vittime senza alcun legame apparente. A tentare di risolvere il caso è chiamato il commissario Ansaldi, professionista integerrimo ma tormentato dall'ansia e dagli attacchi di panico. Ad accompagnarlo in questa avventura verso il male, il vice ispettore Loy, una ragazza con un forte disturbo antisociale di personalità, e altri tre membri del commissariato di Monteverde. Tenteranno insieme di venire a capo di quello che ormai i media hanno battezzato come "il caso delle formule mortali", un'indagine dopo la quale nessuno dei protagonisti sarà più lo stesso."



___________________

Il cadavere di un uomo viene ritrovato all'interno di del parco di Villa Sciarra a Roma.
La vittima, un professore universitario, è stata impalata e brutalmente fatta a pezzi.
La scena al quale la polizia si trova ad assistere è agghiacciante.
Gli arti della vittima sono stati tagliati e disposti sul prato per creare una formula: quella della legge di conservazione di massa di Einstein.

E= mc2

L'impalamento del cadavere fa immediatamente pensare gli agenti al modus operandi di Vlad III di Valacchia nel Medioevo.
La polizia è d'accordo nel pensare che chiunque sia stato il colpevole non è un semplice assassino, ma una bestia che deve essere rispedita all'inferno.

Dopo pochi giorni viene scoperto un altro cadavere in una cantina di un palazzo.
La vittima, un'altra professoressa universitaria, è stata torturata e uccisa mediante l'utilizzo della ruota, uno strumento medioevale che veniva utilizzato ai tempi dell'Inquisizione.
Sul muro viene ritrovata una formula scritta con il sangue, il Teorema di Pitagora.

a^2+b^2=c^2 

Successivamente un terzo assassinio.
Questa volta in Corsica.
Un altro professore ucciso tramite una tortura medievale chiamata "Pulizia dell'anima" e una terza formula, la legge chimica di Boyle-Mariotte.

PxV= c

Ad indagare su questi casi è la squadra formata dal commissario Ansaldi, dal vice ispettore Loy e dagli agenti Di Chiara, Leoncini e Caldara.
Gli assassini sono stati attenti a non lasciare nessuna traccia sulle scene del crimine e sembrano sempre essere un passo avanti alla polizia tanto che la soluzione del caso pare davvero impossibile da trovare...

____________________

"Formule mortali" è un romanzo che mi ha tenuto con il fiato sospeso dall'inizio alla fine.
Un giallo diverso dal solito, macabro, avvincente, fuori dagli schemi.
La lettura è scorrevole, formata da capitoli brevi, e i personaggi vengono descritti con particolare cura per facilitare il lettore ad entrare in empatia con essi.
L'unione del genere giallo/noir con elementi di carattere storico, religioso e scientifico è ciò che mi ha fatto apprezzare moltissimo questo libro di cui consiglio caldamente la lettura.


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO:


lunedì 4 febbraio 2019

Recensione: Un milione di volte buonanotte - Kristina McBride

Casa editrice: Newton Compton 
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 352
Prezzo di copertina: € 9,90

Voto personale: 




La notte della festa prima delle vacanze, la diciassettenne Hadley prende "in prestito" l'auto di Ben, il suo ragazzo. Ovviamente senza dirglielo. Peccato che Ben non sia un tipo che lascia correre, e si vendica postando sui social una foto compromettente di Hadley senza veli, a beneficio di tutta la scuola. Quando viene avvertita di quello che sta succedendo, Hadley si trova a dover prendere una decisione. Può tornare indietro alla festa e costringere Ben a eliminare la foto oppure vendicarsi a sua volta portando la sua adorata macchina il più lontano possibile dalla sperduta cittadina dell'Ohio in cui vivono. Nel primo caso il piano per vendicarsi potrebbe portare alla luce segreti sconvolgenti. Nell'altro Hadley si ritroverebbe intrappolata nell'auto con il suo ex, Josh, costretta a rivivere con lui tutti gli errori commessi nel passato, incluse le cause della loro rottura. Hadley è di fronte al bivio e può scegliere solo una delle due strade... o forse no?

____________________



Era da un po’ di tempo che non leggevo un libro come questo. Purtroppo intendo in senso negativo.

La storia inizia con la protagonista Hadley e due amiche che si sono allontanate da una festa per andare ad una torre dove pare sia morta una quarta loro amica non molto tempo prima.
Il particolare che scatena i catastrofici eventi successivi è che per farlo Hadley ha rubato la macchina del suo fidanzato. Il movente per questo gesto sembra quello di vendicarsi dato che lui ultimamente non le prestava abbastanza attenzioni.
Quando Ben scopre l’accaduto, per vendicarsi a sua volta, pubblica su Facebook una foto della ragazza nuda dicendo ad Hadley che la toglierà solo se gli riporterà indietro la sua auto.
Alla Torre Hadley incontra Josh il suo ex ragazzo e decide di caricarlo sulla macchina e ritornare alla festa per far ingelosire Ben.

La prima riflessione che mi sorge spontanea è quella che forse ho sbagliato lettura e questo romanzo è dedicato ad un pubblico di prima superiore.

Ma andiamo avanti...

Tralasciando il fatto che il racconto evolve da un romanzo per 14enni in qualcosa di veramente assurdo stile film all'americana con droga, inseguimenti, pistole, segreti loschi ecc...

Da questo punto della storia diventa tutto così caotico e intricato che per capirci qualcosa ho dovuto fare un’azione che non faccio MAI , RIPETO MAI: sono andata a leggermi le recensioni di altre blogger.
Se in un capitolo la vicenda prosegue in un modo, in quello dopo vengono raccontati gli stessi fatti in un’altra versione.
Dalle altre recensioni ho potuto intuire che in un capitolo viene narrata la realtà mentre in quello successivo un sogno e queste versioni , realtà e sogno, si alternano un capitolo dopo l’altro.

Impossibile capire cosa stia davvero succedendo se non alla fine del libro, ma anche qui non mi azzarderei a confidarvi la mia ipotesi perché temo mi sia rimasta in testa una gran confusione e nient’altro.

Capisco la tematica rivolta ai ragazzi di oggi, delle cattive compagnie e dei social media ai quali bisogna stare attenti, ma in quanto a trama piacevole e racconto scorrevole proprio non ci siamo.

Insomma AAA Cercasi qualcuno che abbia capito qualcosa e che abbia apprezzato questo libro. Io purtroppo no. 

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO: