martedì 19 febbraio 2019

Recensione: Formule Mortali di François Morlupi

Casa editrice: CROCE LIBRERIA
Anno di pubblicazione: 2018
Nr. pagine: 320

Prezzo di copertina: € 15,00

Voto personale: ❤❤❤





"In una torrida estate romana un passante scopre un cadavere di un uomo atrocemente torturato e mutilato. Sul terreno insanguinato gli arti amputati disegnano una celebre formula fisica. È il primo di una serie di omicidi rituali che coinvolgono vittime senza alcun legame apparente. A tentare di risolvere il caso è chiamato il commissario Ansaldi, professionista integerrimo ma tormentato dall'ansia e dagli attacchi di panico. Ad accompagnarlo in questa avventura verso il male, il vice ispettore Loy, una ragazza con un forte disturbo antisociale di personalità, e altri tre membri del commissariato di Monteverde. Tenteranno insieme di venire a capo di quello che ormai i media hanno battezzato come "il caso delle formule mortali", un'indagine dopo la quale nessuno dei protagonisti sarà più lo stesso."



___________________

Il cadavere di un uomo viene ritrovato all'interno di del parco di Villa Sciarra a Roma.
La vittima, un professore universitario, è stata impalata e brutalmente fatta a pezzi.
La scena al quale la polizia si trova ad assistere è agghiacciante.
Gli arti della vittima sono stati tagliati e disposti sul prato per creare una formula: quella della legge di conservazione di massa di Einstein.

E= mc2

L'impalamento del cadavere fa immediatamente pensare gli agenti al modus operandi di Vlad III di Valacchia nel Medioevo.
La polizia è d'accordo nel pensare che chiunque sia stato il colpevole non è un semplice assassino, ma una bestia che deve essere rispedita all'inferno.

Dopo pochi giorni viene scoperto un altro cadavere in una cantina di un palazzo.
La vittima, un'altra professoressa universitaria, è stata torturata e uccisa mediante l'utilizzo della ruota, uno strumento medioevale che veniva utilizzato ai tempi dell'Inquisizione.
Sul muro viene ritrovata una formula scritta con il sangue, il Teorema di Pitagora.

a^2+b^2=c^2 

Successivamente un terzo assassinio.
Questa volta in Corsica.
Un altro professore ucciso tramite una tortura medievale chiamata "Pulizia dell'anima" e una terza formula, la legge chimica di Boyle-Mariotte.

PxV= c

Ad indagare su questi casi è la squadra formata dal commissario Ansaldi, dal vice ispettore Loy e dagli agenti Di Chiara, Leoncini e Caldara.
Gli assassini sono stati attenti a non lasciare nessuna traccia sulle scene del crimine e sembrano sempre essere un passo avanti alla polizia tanto che la soluzione del caso pare davvero impossibile da trovare...

____________________

"Formule mortali" è un romanzo che mi ha tenuto con il fiato sospeso dall'inizio alla fine.
Un giallo diverso dal solito, macabro, avvincente, fuori dagli schemi.
La lettura è scorrevole, formata da capitoli brevi, e i personaggi vengono descritti con particolare cura per facilitare il lettore ad entrare in empatia con essi.
L'unione del genere giallo/noir con elementi di carattere storico, religioso e scientifico è ciò che mi ha fatto apprezzare moltissimo questo libro di cui consiglio caldamente la lettura.


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO:


1 commento: