lunedì 4 febbraio 2019

Recensione: Un milione di volte buonanotte - Kristina McBride

Casa editrice: Newton Compton 
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 352
Prezzo di copertina: € 9,90

Voto personale: 




La notte della festa prima delle vacanze, la diciassettenne Hadley prende "in prestito" l'auto di Ben, il suo ragazzo. Ovviamente senza dirglielo. Peccato che Ben non sia un tipo che lascia correre, e si vendica postando sui social una foto compromettente di Hadley senza veli, a beneficio di tutta la scuola. Quando viene avvertita di quello che sta succedendo, Hadley si trova a dover prendere una decisione. Può tornare indietro alla festa e costringere Ben a eliminare la foto oppure vendicarsi a sua volta portando la sua adorata macchina il più lontano possibile dalla sperduta cittadina dell'Ohio in cui vivono. Nel primo caso il piano per vendicarsi potrebbe portare alla luce segreti sconvolgenti. Nell'altro Hadley si ritroverebbe intrappolata nell'auto con il suo ex, Josh, costretta a rivivere con lui tutti gli errori commessi nel passato, incluse le cause della loro rottura. Hadley è di fronte al bivio e può scegliere solo una delle due strade... o forse no?

____________________



Era da un po’ di tempo che non leggevo un libro come questo. Purtroppo intendo in senso negativo.

La storia inizia con la protagonista Hadley e due amiche che si sono allontanate da una festa per andare ad una torre dove pare sia morta una quarta loro amica non molto tempo prima.
Il particolare che scatena i catastrofici eventi successivi è che per farlo Hadley ha rubato la macchina del suo fidanzato. Il movente per questo gesto sembra quello di vendicarsi dato che lui ultimamente non le prestava abbastanza attenzioni.
Quando Ben scopre l’accaduto, per vendicarsi a sua volta, pubblica su Facebook una foto della ragazza nuda dicendo ad Hadley che la toglierà solo se gli riporterà indietro la sua auto.
Alla Torre Hadley incontra Josh il suo ex ragazzo e decide di caricarlo sulla macchina e ritornare alla festa per far ingelosire Ben.

La prima riflessione che mi sorge spontanea è quella che forse ho sbagliato lettura e questo romanzo è dedicato ad un pubblico di prima superiore.

Ma andiamo avanti...

Tralasciando il fatto che il racconto evolve da un romanzo per 14enni in qualcosa di veramente assurdo stile film all'americana con droga, inseguimenti, pistole, segreti loschi ecc...

Da questo punto della storia diventa tutto così caotico e intricato che per capirci qualcosa ho dovuto fare un’azione che non faccio MAI , RIPETO MAI: sono andata a leggermi le recensioni di altre blogger.
Se in un capitolo la vicenda prosegue in un modo, in quello dopo vengono raccontati gli stessi fatti in un’altra versione.
Dalle altre recensioni ho potuto intuire che in un capitolo viene narrata la realtà mentre in quello successivo un sogno e queste versioni , realtà e sogno, si alternano un capitolo dopo l’altro.

Impossibile capire cosa stia davvero succedendo se non alla fine del libro, ma anche qui non mi azzarderei a confidarvi la mia ipotesi perché temo mi sia rimasta in testa una gran confusione e nient’altro.

Capisco la tematica rivolta ai ragazzi di oggi, delle cattive compagnie e dei social media ai quali bisogna stare attenti, ma in quanto a trama piacevole e racconto scorrevole proprio non ci siamo.

Insomma AAA Cercasi qualcuno che abbia capito qualcosa e che abbia apprezzato questo libro. Io purtroppo no. 

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO:


1 commento: