mercoledì 6 marzo 2019

Recensione: Un sogno da favola - Fabiola D'Amico

Casa editrice: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 348
Prezzo di copertina: € 10,00

Voto personale: 



"Carlotta Russo è un giudice del tribunale di Genova, e odia gli uomini, ma ha deciso di prendere in mano la sua vita e fare il grande passo: si sposa. Già, Carlotta ha deciso di convolare a nozze con se stessa e per l'occasione ha organizzato una cerimonia elegante e sfarzosa. La notizia coglie di sorpresa gli amici che, però, non le negano il loro aiuto. Tra questi si fa avanti Luca Tommasini, un modello molto affermato, con il quale Carlotta non ha un rapporto idilliaco, perché pensa che sia un buono a nulla, capace solo di mostrarsi nudo sulle riviste più famose. La vicinanza però farà sbocciare una forte attrazione tra i due e il destino ci metterà del suo. La vita di Carlotta sarà stravolta da un arrivo inaspettato che le ammorbidirà il cuore e le permetterà di capire che oltre la bellezza fisica Luca sa essere un grande uomo..."

_____________________

Luca è un attore, bello, attraente, osannato da tutti ma che, al contrario di quello che la gente crede, vorrebbe condurre una vita tranquilla, lontana dai riflettori, formare una famiglia e avere dei figli.
È una ragazza che non ha avuto un’infanzia facile con un padre che non hai mai fatto mistero di volere un figlio maschio e che per questo motivo l’ha praticamente sempre rifiutata e sottovalutata.
Ha deciso di diventare avvocato non per reale passione ma per dimostrare a se stessa e a suo padre che una donna può fare un lavoro di un uomo e soprattutto che può farlo anche meglio.
È una donna con carattere, grintosa, che ha innalzato intorno a sé dei muri invalicabili.
Ha un carattere difficile, acido, scontroso e non è capace di tenersi un uomo al suo fianco. Tutti scappano a gambe levale già al primo appuntamento.

Luca e Carlotta abitano nello stesso condominio e non si sopportano, o almeno Carlotta non sopporta Luca in quanto lo crede un belloccio pieno di sé, modaiolo e interessato solo ad apparire.
Niente di più sbagliato.
Luca invece è segretamente attratto da Carlotta già da molto tempo ma il carattere difficile della ragazza non li ha mai permesso di avvicinarsi.
I due si ritrovano allo stesso tavolo ad un pranzo insieme alla coppia di amici che hanno in comune e Carlotta ne approfitta per dare una notizia strabiliante.
Si sposerà. Ma si sposerà da sola.


Luca è scioccato da questa notizia. Cercherà in ogni modo di aiutarla ma attuando un piano per avvicinarla e provare a farle cambiare idea.
____________________

In questo romanzo, diversamente dal solito, il protagonista maschile è quello che più mi ha colpito, l’uomo perfetto, l’ideale delle donne, quello di cui un po’ mi sono innamorata. Anche se forse appare un po’ troppo perfetto per poter sembrare vero.

Carlotta invece, la protagonista femminile, non mi è piaciuta.
È l’esatto opposto di me e già questo non me la rende familiare.
Insomma è sicuramente una donna ammirevole, va bene essere una donna con le palle ma mica per forza deve essere così stronza e insopportabile con tutti!
In questa storia è come se l’uomo fosse rimasto intrappolato nel corpo della donna e viceversa.


Ho letto questo romanzo abbastanza velocemente e a lettura terminata la mia prima impressione è stata quella di non averlo apprezzato.
Poi ci ho riflettuto un po’ a freddo e ho constatato che la storia in sé è piacevole e intrigante, ma compromessa dal carattere impossibile della protagonista e soprattutto dalle numerosissime e assurde scene di sesso che si ripetono ad ogni pagina e che rendono esasperante la lettura di questo romanzo. Infatti ad un certo punto ho iniziato a saltarle.
Alcune scene sfociavano quasi nel ridicolo.
Di libri erotici ne ho letti tanti ma poche volte mi sono trovata davanti a qualcosa di così volgare. 

Una cosa l’ho capita: la scrittrice senza dubbio adora i romanzi harmony.
Inserisce all'inizio di ogni capitolo un trafiletto preso da svariati di questi libri e ne fa costantemente riferimento anche all'interno della storia.
La protagonista ne parla, le sue amiche ne parlano, insieme paragonano il carattere di tutti gli uomini che gli capitano davanti ai protagonisti dei loro romanzi preferiti e perfino Luca a metà del libro inizia a cimentarsi nella loro lettura. ASSURDO.
Forse è un po’ troppo esagerato, no?!

Constatato che non è uno dei miei generi preferiti, la storia in sé torno a ripetere che non è male.
Come sempre resto curiosa di sentire pareri diversi dai miei…… lettrici, fatevi avanti!

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO:





1 commento: