domenica 21 aprile 2019

Recensione: I love Tokyo - La Pina, Federico Giunta

Casa editrice: Vallardi A.
Anno di pubblicazione: 2017
Nr. pagine: 240
Prezzo di copertina: € 15,90

Voto personale: 




"La cosa che La Pina ama di più nella vita, dopo suo marito, è il Giappone. Ci va da quando era ragazzina e nei suoi molti viaggi ha visto tanto e imparato ancora di più. È qui per condividerlo con noi.

SIETE PRONTI A EMOZIONARVI?

«I love Tokyo è una canzone d’amore. L’amore mio per il Giappone e per questa città in particolare. Mettere piede a Tokyo è un flash, perché è come entrare nei cartoni animati che guardavamo da piccoli. Le divise alla marinaretta, i dolcetti, le scritte fluo, le ragazze carine, i ragazzi timidi… È tutto esattamente così! Sono stata in Giappone quarantatré volte. Ho deciso di scrivere questo libro perché in questi anni ho fatto da madrina ai viaggi di amici e amiche. Ho disegnato loro centinaia di mappe sui tovaglioli dei ristoranti, ho consigliato dove fare shopping, indicato le strade dove perdersi, i parchi dove riposarsi e, stremata all’idea di dover continuare a farlo, ho detto ‘Ok, lo faccio una volta per tutte!’. Ma l’ho fatto anche per me. Per dare un ordine, anche se mio, a tutto quello che questo posto mi ha dato. E poi perché Tokyo se lo merita. Più di Tokyo amo solo Emi, mio marito. A lui ho chiesto di comporre la musica per questa canzone d’amore. Con I love Tokyo potrete organizzare il vostro primo viaggio, visitare la città senza muovervi dal divano o ritornarci, ricordarla, rivedere sotto altri punti di vista questa meravigliosa capitale asiatica. Vi chiedo solo una cosa: trattatemela bene e amatela come la amo io. I love Tokyo!» - La Pina"

____________________

Il tempo passa in fretta e manca sempre meno al nostro matrimonio e al nostro viaggio di nozze in Giappone.
Il nostro tour di due settimane partirà dalla città di Tokyo e per aiutarmi ad organizzare i ben quattro giorni che passeremo lì, Chicca mi ha voluto prestare questo libro che a lei è piaciuto moltissimo.
Non si tratta delle solite guide turistiche ma è più che altro una raccolta di consigli e dritte per orientarci in una cultura completamente diversa dalla nostra. 
E' divertente ed interattiva, nel senso che lungo le pagine si possono trovare dei QR code che, grazie all'utilizzo di un'applicazione sul vostro cellulare, vi indirizzeranno a foto e video che vi mostreranno quanto descritto nel libro.
All'inizio di ogni capitolo inoltre Emiliano Pepe, marito della Pina, ha insertito dei QR code che portano a delle colonne sonore pensate appositamente per ogni capitolo che andrete a leggere.
La Pina è chiaramente innamorata del Giappone e lo si percepisce da ogni parola messa nero su bianco in questo libro. Mi ha completamente conquistato con la sua simpatia ed è riuscita ad aumentare la mia emozione e la mia voglia di mettermi in viaggio verso questa città che non vedo l'ora di visitare!!


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO:





Recensione: La figlia perduta - Gill Paul

Casa editrice: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 480
Prezzo di copertina: € 12,00

Voto personale: 




"Russia, 1918. I membri della famiglia Romanov sono tenuti prigionieri dai rivoluzionari. Confinati in casa, sono convinti che non manchi molto prima della fine della reclusione. E infatti tutti i familiari dello zar sono impegnati a studiare complessi piani di fuga. Marija, una delle principesse, parla con le guardie. E una di loro si innamora perdutamente di lei. Ma l’amore sarà in grado di salvare i Romanov o si rivelerà una delle cause della fine per la famiglia imperiale?

Australia, 1970. La vita di Val è un disastro. Quando era ancora una bambina sua madre è scomparsa e il padre non ha mai voluto darle spiegazioni. Tony, suo marito, la controlla rigidamente in tutto quello che fa. Quando suo padre ha un malore, corre ad assisterlo dopo anni trascorsi nel silenzio. Ma Val rimane scioccata sentendogli dire, in punto di morte: «Non volevo ucciderla». Si riferisce forse a sua madre? Decide quindi di indagare nel passato del padre. Ma la sua ricerca si rivelerà l’occasione per trovare la forza di essere padrona del suo destino."

____________________

Nel 1918 tutti i membri della famiglia Romanov furono reclusi come prigionieri all'interno di casa Ipat'ev, a Ekaterinburg.
Il comandante Jurovskij, nonostante avesse ricevuto ordini di uccidere solamente lo zar Nicola II, organizzò il massacro di tutti i membri della famiglia.

La notte tra il 16 e il 17 luglio, a mezzanotte, Jurovskij svegliò i Romanov e ordinò loro di prepararsi per una partenza. In città era scoppiata una nuova sommossa e sarebbe stato più sicuro trasferirli altrove.
Mezz'ora più tardi Nicola II, la moglie Aleksandra, il medico Botkin, l'inserviente Trupp, il cuoco Charitonov, poi i cinque figli, Ol'ga, Tatijana,Marija, Anastasija, Aleksej e la dama di compagnia Anna Demidova vennero portati in uno scantinato e giustiziati da Jurovskij e dai suoi uomini.
Grazie ad alcuni testimoni dell'epoca, presenti al massacro, si scopriì che i cadaveri vennero poi caricati su una camionetta. Due delle figlie in realtà non erano ancora morte pertanto alcuni soldati le finirono con dei colpi di pistola.
Questo fu ciò che realmente accadde.
Ma cosa sarebbe successo se invece un soldato, innamorato di Marija, l'avesse tratta in salvo?



Quando la Newton Compton mi ha inviato le schede dei prossimi romanzi in uscita e, arrivata davanti alla scheda di "La figlia perduta", ho visto il cognome Romanov ho chiesto di poter avere questo libro senza nessuna esitazione.
La casa editrice gentilmente me lo ha inviato ed io ero in un brodo di giuggiole dalla felicità.
Adoro il cartone animato di Anastasia, adoro la storia della famiglia Romanov e tutte le leggende che circolano su di essa.
Questo romanzo però non si concentra sulla più conosciuta Anastasija, bensì di una delle sue sorelle più grandi: Marija.
Partendo da fatti storici realmente accaduti come la salita al potere di Lenin, la Rivoluzione D'Ottobre, la reclusione e l'uccisione della famiglia Imperiale e la Prima Guerra Mondiale, Gill Paul è stata in grado di creare un bellissimo romanzo, interessante, accattivante e ben costruito.
Ne consiglio vivamente la lettura!


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO: