venerdì 9 agosto 2019

Recensione: L'ultima chance di Ilaria Vecchietti

Buongiorno lettori,
oggi vi voglio presentare un racconto pubblicato da Ilaria Vecchietti, la scrittrice del blog “Buona lettura” , che ormai seguo da diverso tempo. 
Si intitola "L'ULTIMA CHANCE"



Clicca qui per acquistare il formato Kindle.


“Avete mai vissuto un amore impossibile? E nonostante questa consapevolezza
gli siete stati sempre vicino, soffrendo in silenzio?
A Irene è successo, eppure sono stati gli anni più belli della sua vita.
Ora è riuscita a tornare a casa, tutto solamente per rivedere il suo unico grande amore.”
____________________

Irene, la protagonista, è una disegnatrice di fumetti e viene ingaggiata per un lavoro presso una società creatrice di manga in Giappone.
Ama Fausto ma lui sembra considerarla solo come un’amica perciò, quando riceve questa proposta lavorativa, decide di partire ed iniziare una nuova vita. 
In fondo non ha nulla o nessuno che la trattenga.
Ma dopo sette anni in Giappone un evento inaspettato la costringerà a tornare a casa.

____________________

Si tratta di un breve racconto scritto in prima persona.
La protagonista parla di sé stessa quasi come se raccontasse la sua storia all'interno di un diario.
La lettura è scorrevole e veloce, si legge in meno di un’ora.
Ripeto che si tratta di un racconto, non di un romanzo.
Mi è piaciuto perché nella prima parte, in alcuni punti, mi ci sono rivista io stessa qualche anno fa. Inoltre mi ha fatto sorridere la coincidenza della protagonista che sceglie di andare a vivere in Giappone quando io ci sono appena tornata dal mio viaggio di nozze.
Insomma questo racconto mi è sembrato estremamente veritiero, nel senso che secondo me la maggior parte delle ragazze potrebbe tranquillamente riconoscersi nella storia della protagonista.
Per riuscire ad acquisire un valore maggiore, questo racconto andrebbe sicuramente approfondito e magari inserito all'interno di un contesto più ampio.
Il finale è un po’ sbrigativo e completamente di fantasia, scritto da una ragazza che chiaramente ama e generalmente tratta il genere fantasy.

Cosa mi ha lasciato questo racconto? Mi ha lasciato in testa questa frase scritta al suo interno:
“Quando un amore è vero, è capace di vincere anche la distanza e il tempo.”
Non potrebbe essere più vero di così. Non siete d’accordo?

____________________

Ho pensato di differenziare un po’ questa recensione dalle altre e, dato che Ilaria è stata così gentile e collaborativa da prestarsi alla causa, di pubblicare anche una breve intervista che le ho rivolto.
Conosciamola insieme!

Ciao Ilaria, grazie mille per aver acconsentito a questa intervista. 
Racconta qualcosa di te a chi ancora non ti conosce.

Prima di tutto ti ringrazio per ospitarmi gentilmente nel tuo blog e per aver letto e recensito il mio racconto, grazie davvero e spero che anche ai tuoi lettori possa piacere questa intervista.
Allora, mi chiamo Ilaria Vecchietti, ho 31 anni e abito in Valsesia, in provincia di Vercelli. Da sempre adoro leggere e da una decina di anni ho scoperto che mi piace anche scrivere, inventando storie, personaggi e mondi immaginari.
Il mio sogno, oltre a diventare una vera scrittrice, è di aprire una mia libreria.


Il tuo racconto mi è sinceramente piaciuto! A parte il finale, chiaramente di fantasia, la storia di Irene si ispira ad una esperienza personale?

Beh… diciamo che nel personaggio di Irene e nella sua storia non ci sono solo riferimenti di fantasia, ma anche reali a cui sono molto legata ;)


Ci sarà un continuo della storia? Resterà un racconto breve o hai pensato di inserirlo all'interno di un romanzo?

L’idea iniziale era solo per un semplice racconto breve, ma in molti si sono “lamentati” per la brevità e volevano saper di più sulla storia di Irene e Fausto, per cui ho una piccola idea di trasformarlo in un romanzo. Ho già qualche idea in mente, ma mi servirà ancora molto tempo.


Come hai detto prima è da qualche anno che coltivi la tua passione per la scrittura. Quanti e quali altri libri/racconti hai scritto?

Ho scritto due romanzi fantasy auto conclusivi: “L’Imperatrice della Tredicesima Terra” e “L’Isola dei Demoni”.
Poi il racconto breve “L’ultima chance…”.
In più in collaborazione con l’autrice Claudia Piano ho partecipato per due anni alla sua iniziativa di scrivere un racconto ambientato nella sua saga Armonia
I miei racconti sono “La Sinfonia Incatenante” contenuto nella raccolta “Un giorno ad Armonia” e “La Valle del Tempo Perduto” contenuto nella raccolta “Un giorno ad Armonia – Vol.2”.


Come te, anche io amo scrivere ma per diverse ragioni non mi sono mai messa alla prova. Che consiglio dai a chi come te vorrebbe dedicarsi alla scrittura?

Di provare!
Se si ha una storia in mente bisogna provare a scriverla e una volta scritta provare anche a pubblicarla, sia con una casa editrice oppure in self publishing.
Bisogna provare in ogni modo, se non si prova non si può sapere cosa accadrà.
E in ogni caso non bisogna abbattersi se si ottengono dei no o delle recensioni negative (se sono motivate e scritte con i dovuti modi). Anche se si hanno recensioni negative, ma che evidenziano il perché la storia non sia piaciuta bisogna tenerne conto, così si può migliorare per le storie future.


Grazie mille Ilaria per la tua partecipazione e i tuoi consigli! Continuerò a seguirti con piacere sul tuo blog “Buona lettura” e spero che inizino a farlo anche i miei lettori, non ve ne pentirete!




Ecco qui di seguito i link per visitare il suo blog e tutte le sue pagine sui social!


Account Facebook Buona lettura
Account Twitter Buona lettura
Account Instagram Buona lettura
Account MeWe Ilaria Vecchietti
Account Bloglovin' Buona lettura
Account Goodreads Ilaria Vecchietti
Account LinkedIn Ilaria Vecchietti


Nessun commento:

Posta un commento