mercoledì 14 agosto 2019

Visitare Kyoto in tre giorni



Ed eccoci finalmente arrivati a Kyoto, la città giapponese che più ci ha conquistato!
Ci è piaciuta perché è una città meno moderna rispetto a Tokyo, mantiene ancora molto di tradizionale e c'è davvero tantissimo da vedere.
Qui abbiamo visitato un'infinità di luoghi diversi, bellissimi ed emozionanti.


DOMENICA 30/06/2019
Abbiamo lasciato Takayama in mattinata e siamo arrivati a Kyoto verso le 12,00.
Qui abbiamo incontrato una pioggia torrenziale che per fortuna non è durata molto. 
Nell'attesa che passasse, siamo entrati nell'AEON MALL, un centro commerciale a due passi dalla stazione di Kyoto, e ne abbiamo approfittato per pranzare.




Uscito il sole, abbiamo raggiunto il nostro hotel per lasciare i bagagli.

ANA CROWNE PLAZA KYOTO
(Nijojo-mae, Horikawa-dori, Nakagyo-ku, Kyoto 604-0055, Kyoto Prefecture)


L'hotel si trova proprio di fronte al Castello di Nijo, un po' lontano da tutte le altre attrazioni ma a circa 600 mt dall'ingresso della metropolitana.
Le camere non sono grandissime, come del resto non lo sono nella maggior parte degli hotel giapponesi. Però sono pulite e dotate di ogni confort.
Le ragazze alla reception sono davvero molto belle da vedere, gentili, sorridenti e vestite con il tradizionale kimono.
Dovevamo stare in viaggio tre settimane ma non potevamo portarci dietro tutto l'armadio per cui abbiamo scelto una quantità di vestiti pari ad una settimana e mezza e in questo hotel (a metà del viaggio) abbiamo testato il servizio di lavanderia.
Probabilmente non è stata la scelta più economica perché abbiamo speso 8.200 yen (circa € 70,00) però è stata sicuramente la scelta più comoda.
Abbiamo contattato direttamente dalla camera la reception, una ragazza è salita da noi a ritirare i capi e la sera al nostro rientro ci ha consegnato in camera tutto quanto pulito , stirato , piegato e insacchettato.


Dopo aver lasciato i bagagli e riposato un po', ci siamo diretti verso il quartiere di PONTOCHO. Qui abbiamo fatto una passeggiata e abbiamo raggiunto il vicino NISHIKI MARKET per una visita veloce.
Erano le 18,00 e la maggior parte delle bancarelle stava iniziando a chiudere quindi dopo averlo attraversato velocemente abbiamo raggiunto il ristorante che avevamo scelto per cenare.

TONSHABU HIDE, KYOTO SHIJO KARASUMA
(226 Takazaimokucho Takakuradori Shijo Sagaru Maeda Bldg.2F, Shimogyo, Kyoto 600-8082 Kyoto Prefecture)





La specialità di questo locale è il "shabu shabu". 
Vi viene portata una pentola piena d'acqua che viene posta sopra ad un forneletto al centro del tavolo. E insieme a questa un tagliere di carne e verdure.
Quando l'acqua inizia a bollire bisogna metterci dentro le verdure e delle piccole polpettine di pollo, che servono per fare il brodo.
Dopo circa una ventina di minuti il brodo è pronto e si può iniziare ad intingere la carne. Noi abbiamo ordinato il tagliere con pancetta di maiale e carne di pollo.
Le fettine di pancetta di maiale erano sottili e una volta intinte nel brodo si cuocevano in qualche secondo, mentre quelle di pollo ci voleva qualche minuto in più. Il tutto, prima di essere mangiato, si può consumare intingendolo ancora in alcune salsine deliziose, come quella al sesamo.
Il brodo continua a cuocere, si riduce sempre di più e rimane più saporito, per cui, finita la carne, ci abbiamo cotto dentro i noodles e li abbiamo mangiati con le verdure bollite dentro nel brodo. Indescrivibile!!
Era la nostra prima volta ad un cena di questo tipo e il personale, anche se parla poco l'inglese, ci ha aiutato e spiegato come fare con una gentilezza sorprendente. 
È stata un'esperienza divertente e il cibo era davvero buono!



LUNEDÌ' 01/07/2019
La sera prima avevamo dato uno sguardo al meteo e non essendo dei migliori abbiamo effettuato qualche modifica al nostro programma.
La mattina presto era prevista pioggia forte, previsione che effettivamente si è verificata, quindi ci siamo svegliati con molta calma e una volta terminata la pioggia siamo partiti verso ARASHIYAMA.

Essendoci mossi in ritardo, siamo arrivati alla FORESTA DI BAMBOO di ARASHIYAMA insieme ad una grande massa di turisti.
La foresta è fitta di alberi di bamboo dai tronchi altissimi, è molto scenografica, e decisamente molto famosa.
Impossibile fare foto alla strada che passa in mezzo alla foresta senza avere delle persone davanti. Vi consiglio, se volete scattare delle belle fotografie, di andare all'alba.



TENRYU-JI TEMPLE
(68 Saga Tenryuji Susukinobabacho, Ukyo-ku, Kyoto 616-8385 Kyoto Prefecture)
Apertura:  tutti i giorni dalle 09,00 alle 17,30
Biglietto d'ingresso: 500 Yen
Tempo di visita: 1 ora



Questo tempio si trova a lato della foresta di bamboo. E' uno dei templi buddisti più importanti del Giappone ed è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Il complesso è composto da diversi edifici circondati da bellissimi giardini e da un laghetto.

Dopo questo tempio, che ammetto di aver visitato un po' superficialmente, ci siamo diretti verso un parco naturale poco conosciuto dai turisti ma che secondo me è assolutamente da vedere.
Si trova su una collina e per raggiungerlo bisogna essere disposti a camminare in salita per una ventina di minuti ma ne vale la pena!

MONKEY PARK IWATAYAMA
(8 Genrokuyamacho, Nishikyo-ku, Kyoto 616-0022 Kyoto Prefecture)
Apertura: tutti i giorni dalle 09,00 alle 16,30
Biglietto d'ingresso: 550 Yen
Tempo di visita: 1 ora







Il bello di questo parco è che non si tratta di uno zoo; le scimmie sono libere ovunque intorno a voi.
Nella foresta tutt'intorno a questa collina vivono circa 120 esemplari di macachi che si radunano in cima dove i turisti, dall'osservatorio, vengono a dargli da mangiare.
Come vi dicevo prima per raggiungere questo posto dovete essere disposti a camminare una ventina di minuti in salita. Fare fatica scoraggia molti turisti, motivo per cui non è un luogo molto affollato.
Bisogna rispettare alcune regole che vi verranno spiegate all'ingresso come quella di non dare cibo alle scimmie se non ciò che si compra all'osservatorio in cima alla collina, non avvicinarsi troppo o non guardarle negli occhi.
Le scimmie se si arrabbiano possono diventare pericolose, ragione per cui se rispetterete queste semplici regole passerete senza dubbio una bellissima giornata.
Arrivati in cima all'osservatorio troverete una cabina dove potrete entrare per comprare del cibo (noccioline o fettine di mela a 100 yen/0,80 € il sacchettino) e darlo alle scimmie.
Il tempo di visita è di circa un'ora, sempre che troverete la forza di andare via da lì. Le scimmie sono carinissime e io non volevo più andarmene via.

La discesa dalla collina è stata una passeggiata. 
Ci siamo poi messi ad aspettare un autobus per andare alla prossima meta.

KINKAKU-JI o PADIGLIONE D'ORO
(1 Kenkakujicho, Kita-ku, Kyoto 603-8361 Kyoto Prefecture)
Apertura: tutti i giorni dalle 09,00 alle 17,00
Biglietto d'ingresso: 400 Yen
Tempo di visita: 1 ora


E' uno dei luoghi più famosi di Kyoto e anch'esso patrimonio dell'UNESCO.
Il tempio è interamente ricoperto da foglie d'oro e, trovandosi di fronte ad un stagno, riflette il suo colore all'interno dell'acqua. E' semplicemente stupendo e assolutamente da vedere! Non è possibile visitarlo all'interno ma bisogna seguire il sentiero che gli cammina intorno. Appena varcato l'ingresso vi troverete subito davanti al tempio, approfittate per fare lì tutte le vostre foto perché, una volta che proseguirete sul sentiero, non sarà più possibile  tornare indietro. Ci sono tanto di cartelli che lo vietano ed il personale è molto attento ad effettuare controlli. 

A parte il gelato al sesamo (buonissimo!) che abbiamo mangiato nei giardini del tempio d'oro, avevamo praticamente saltato il pranzo.
Ed eravamo affamati.
Abbiamo deciso quindi di ritornare al NISHIKI MARKET e fare merenda lì, assaggiando qualcosa dalle varie bancarelle.

NISHIKI MARKET SHOPPING DISTRICT
(609 nishidaimonjicho Tominokoji Dori Shijoagaru, Nakagyo, Kyoto 604-8054 Kyoto Prefecture)





Dopo aver pasticciato con un po' di pesce crudo e qualche spiedino siamo tornati in hotel per riposare e per prepararci ad uscire per la nostra cena.
Il giorno precedente, appena arrivati in hotel, ci eravamo fatti prenotare un tavolo dalla ragazza alla reception.

TEPPAN TAVERN TENAMONYA
(537-2 Minamigawa Giommachi Hiro Bldg. B1F, Higashiyama, Kyoto 605-0074 Kyoto Prefecture)








E' un locale un po' nascosto, piccolo e con pochi posti a sedere per cui bisogna assolutamente prenotare.
Purtroppo non c'era posto sul bancone davanti alla piastra ma ci hanno riservato un tavolo con una piastra nel mezzo.
Peccato perchè poter vedere lo chef all'opera mentre cucina sulla piastra è un valore aggiunto alla cena.
I proprietari parlano molto bene l'inglese per cui non abbiamo avuto difficoltà a farci capire. Abbiamo ordinato un po' di tutto da dividere in due, in modo da assaggiare il più possibile: gamberi, calamari e ravioli alla piastra, granchio in tempura, carne di Kobe cotta alla piastra, noodles e gelato al sesamo.
Il cibo era davvero ottimo e ben presentato!
E' un locale molto conosciuto e apprezzato dai turisti di tutto il mondo. La parete di fianco a noi era tappezzata di banconote provenienti da tutto il mondo con sopra delle dediche da parte dei turisti ai proprietari del locale.
Anche noi abbiamo apprezzato tantissimo la cena e consigliamo questo locale!

MARTEDÌ' 02/07/2019
La foresta di bamboo di Arashiyama potevamo anche essercela persa all'alba ma non volevamo commettere questo errore una seconda volta per cui alle sei del mattino eravamo già in marcia, con mezzi vari, per raggiungere un altro tempio famosissimo di Kyoto.

FUSHIMI INARI SHRINE
(68 Fukakusa Yabunouchicho, Fushimi, Kyoto 612-0882 Kyoto Prefecture)
Apertura: sempre aperto
Biglietto d'ingresso: gratuito
Tempo di visita: 2/3 ore






Il Fushimi Inari è un tempio shintoista. Il complesso è formato da un insieme di templi e tempietti dispersi su una montagna e collegati tra loro da tunnel di torii arancioni. Ognuno di questi, e sono circa 40.000 in totale, è stato donato da un'azienda giapponese.
ll lungo e ripido cammino che porta in cima alla montagna simboleggia un cammino di purificazione e ogni tanto, tra l'inizio e la fine di un tunnel di torii, si ci accorge di camminare nel bel mezzo della foresta verdissima.
Assolutamente da vedere all'alba, quando si stanno alzando le prime luci e ci sono pochi turisti. Riuscirete a fare delle foto bellissime e soprattutto salire in cima al tempio in solitaria.

La nostra tattica della levataccia all'alba è stata vincente per diversi motivi. 
Primo motivo siamo riusciti a fare delle foto stupende ai tunnel arancioni di torii senza avere davanti nessuno.
Secondo motivo abbiamo affrontato la salita, già faticosa di per sé, senza la calca di turisti.
E terzo motivo, ma non meno importante, avevamo ancora tutta la giornata davanti per fare altre cose.
E la prossima tappa che avevamo in programma era una di quelle che mi emozionava tantissimo al solo pensiero.

NARA e IL SUO PARCO
(469 Zoshicho, Nara 630-8211 Nara Prefecture)




Il simbolo della città di Nara è il cervo. Lo trovate disegnato ovunque all'interno della città, perfino sui tombini. Ma non solo, centinaia di esemplari di cervi e cerbiatti pascolano in giro per la città e i suoi parchi come se niente fosse.
Questa è la particolarità di Nara ed io non vedevo l'ora di scattare qualche foto a questi bellissimi Bambi.
Sono davvero carini ma, non fatevi ingannare dallo sguardo tenero, se sentono odore di cibo iniziano ad inseguirvi e se vi prendono, vi possono anche mordere.
Noi, come due allocchi, abbiamo comprato appositamente dei biscotti, venduti ad un chiosco all'interno del parco, per sfamarli.
Non abbiamo neanche quasi fatto in tempo a toglierli dalla confezione che i cerbiatti ci hanno accerchiato.
Ed è dopo essere stata morsa che ho iniziato a stargli lontana. 
Sono davvero carini, ma solo da fotografare.

TODAI-JI TEMPLE
(406-1 Zoshicho, Nara 630-8211 Nara Prefecture)
Apertura: tutti i giorni dalle 08,00 alle 17,00
Biglietto d'ingresso: 600 Yen
Tempo di visita: 30 minuti




E' un tempio buddista che si trova all'interno del parco di Nara. 
E' famoso perchè al suo interno si trova l'enorme statua di Buddha, fatta interamente di bronzo, alta 15 metri.
E' impressionante da vedere e in foto non rende neanche minimamente l'idea della sua grandezza.

Dopo il tempio, prima di tornare a Kyoto, ci siamo fermati in un ristorante a pranzare e qui abbiamo provato la specialità culinaria di Nara: il  kaki-no-ha-zushi.

IZASA TODAIJI TEMPLE MOMMAE YUMEKAZE HIROBA
(16 Kasuganocho Yume-kaze Plaza, Nara 630-8212 Nara Prefecture)




Il Kako-no-ha-zushi è un tipo di sushi avvolto nelle foglie dei cachi, è una delle specialità culinarie di Nara ed è una delle specialità di questo ristorante situato a pochi passi dal parco di Nara. 
Abbiamo voluto provarlo ma ad essere sinceri non ci è piaciuto molto. Abbiamo ordinato anche noodles, tempura e antipastini vari che invece erano molto buoni.

Terminato il pranzo abbiamo ripreso un treno per tornare al nostro hotel di Kyoto, prendere i bagagli a mano, farci rispedire quelli grandi e proseguire il nostro viaggio con la prossima città: Hiroshima.


Clicca qui per continuare il viaggio insieme a me! (Hiroshima)

Se invece ti sei perso le tappe precedenti e vuoi tornare indietro clicca qui:
Tokyo
Hakone

Nessun commento:

Posta un commento