giovedì 1 agosto 2019

Visitare Tokyo in tre giorni


Ormai sono passati dieci anni da quando io e Davide ci siamo conosciuti.  
Quando e come sia nata la nostra passione comune per il Giappone non saprei dirlo esattamente.
Probabilmente davanti ad un piatto di sushi.
Anzi, mi correggo. E' sicuramente un piatto di sushi che ci ha fatto innamorare del Giappone.
Ci siamo innamorati del sushi , del sashimi , del ramen e di tanto altro buon cibo giapponese che abbiamo provato in molti ristoranti qui in Italia.
Un mesetto fa ci siamo sposati ed abbiamo scelto il Giappone come meta del nostro viaggio di nozze.
Due settimane di tour nella terra del Sol Levante con l'aggiunta di una settimana di puro relax alle Seychelles. 
Prima tappa di questo bellissimo tour è stata la città di Tokyo.


Siamo abituati a pensare che le metropoli sono quelle degli Stati Uniti. Ma dopo aver visto Tokyo, tutti i posti vi sembreranno piccoli e provinciali. Siamo nati in un paese con aspirazione americana. Chi va a New York per la prima volta gli sembra di esserci già stato perché l’ha vista nei film e telefilm coi quali è diventato grande. Ma mettere piede a Tokyo è un flash molto più forte perché è come entrare nei cartoni animati che ci hanno svezzati come balie. Le divise alla marinaretta, i dolcetti, le scritte fluo, le ragazze carine, i ragazzi timidi, è tutto esattamente così! Non era un’invenzione per bambini. Tokyo è il mondo dei sogni di quando eravamo piccoli, appena ci arrivi quei sogni diventano realtà.
(da “I love Tokyo” – La Pina)

LUNEDI' 24/06/2019
Siamo atterrati all'aeroporto Haneda di Tokyo verso le ore 23,00. Purtroppo l'ufficio della JR era chiuso quindi abbiamo potuto attivare il nostro JR Pass solo la mattina successiva. Abbiamo fatto qualche tentativo di prendere la metro per arrivare al nostro hotel ma era quasi mezzanotte e, in una stazione non ben definita, la metro sulla quale eravamo si è fermata, si sono spente le luci e il personale ci ha chiesto di scendere.
Abbiamo quindi optato per un taxi che ci ha portato dritti al Keyo Plaza.

KEYO PLAZA HOTEL
(2-2-1, Nishishinjuku, Shinjuku 160-0023, Prefettura di Tokyo)
Voto Tripadvisor 4 - clicca qui per vedere le altre recensioni della struttura




E' un hotel molto grande situato nel quartiere di Shinjuku con un'ottima posizione a due passi dalla stazione dei treni e della metro. 
Proprio di fianco all'hotel si trova il Tokyo Metropolitan Government Building, che purtroppo non siamo riusciti a visitare.
Le camere sono molto ampie, moderne, pulitissime e dotate di ogni confort.
All'interno dell'hotel ci sono diversi ristoranti, negozi e anche un piccolo market dove abbiamo comprato sushi e dolcetti vari da portare in camera.
Noi avevamo la stanza al 28° piano e la vista sulla città di Tokyo era molto bella.

MARTEDI' 25/06/2019
Ci siamo svegliati con calma e ci siamo diretti verso il mercato del pesce.
Il TOYOSU FISH MARKET è la nuova sede del mercato dove, se andate all'alba, potete assistere all'asta del pesce da una zona sopraelevata del mercato. 
Noi invece ci siamo diretti al TSUKIJI FISH MARKET che è la zona vecchia. Il mercato del pesce è ormai chiuso ma sono rimasti aperti tutti i ristorantini e le bancarelle con lo street food, che è quello che interessava a noi.
Abbiamo fatto colazione a tarda mattinata con alcune specialità locali come le ostriche crude giapponesi (sono gigantesche!) e le capesante cotte alla griglia con il burro e la salsa di soia.
Al mercato troverete davvero qualsiasi genere di cibo, dolce o salato, crudo o cotto, solido o in brodo. Avrete l'imbarazzo della scelta. La cosa fantastica è che questi assaggi costano tutti pochissimo, l'equivalente di 2 o 3 euro.




Nel frattempo si era fatta l'ora di pranzo per cui abbiamo cercato un ristorante li all'interno del mercato dove poter mangiare sushi.

SUSHIZANMAI HONJIN
(4-4-3 Tsukiji, Chuo 104-0045 Prefettura di Tokyo)
Voto Tripadvisor 4,5 - clicca qui per vedere le altre recensioni delle struttura



Il locale era momentaneamente chiuso per ristrutturazione e il ristorante si era spostato in un'altra location poco distante. Un addetto era davanti alla vecchia entrata per avvisare la clientela e ci ha accompagnato personalmente nel locale nuovo.
Il ristorante era pieno di clienti ma la fila scorreva in fretta e non abbiamo aspettato molto per accomodarci a mangiare direttamente al bancone.
Abbiamo potuto osservare i numerosi chef all'opera e gustare un sushi davvero buono, fresco e di ottima qualità.

Dopo pranzo ci siamo diretti verso i GIARDINI DI HAMA RIKYO.

GIARDINI DI HAMA RIKYO
(1-1 Hamarikyo Teien, Chou 104-0046 Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 09,00 alle 16,30
Biglietto d'ingresso: Yen 300
Tempo di visita: 2 ore





Sono dei giardini con ingresso a pagamento, immensi e bellissimi. Un'oasi di pace in mezzo alla metropoli. Nel mezzo del parco c'è una struttura di legno coperta, con diversi posti a sedere, dove riposare all'ombra, rinfrescati da getti di vapore acqueo.
Eravamo ancora sconvolti per il fuso orario per cui ci siamo proprio sdraiati e ne abbiamo approfittato per appisolarci qualche minuto (un po' più di qualche minuto..si stava benissimo!)

Nel pomeriggio ci siamo spostati verso AKIHABARA, il quartiere delle insegne del neon, dei manga, dei cosplay e dell'elettronica.
Proprio in cerca di una fotocamera nuova siamo entrati da YODOBASHI CAMERA, una specie di enorme Rinascente dell'elettronica, dopo abbiamo passato circa un'oretta.




Successivamente abbiamo cambiato ancora quartiere, ci siamo inoltrati ad ASAKUSA e, camminando in NAKAMISE STREET, siamo andati a visitare il SENSO-JI TEMPLE.




SENSO-JI TEMPLE
(2-3-1 Asakusa, Taito 111-0032 Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 06,00 alle 17,00 (L'esterno del tempio è sempre aperto)
Biglietto d'ingresso: gratuito
Tempo di visita: 30 minuti




Abbiamo visitato il tempio solo dall'esterno e poi ci siamo diretti verso l'hotel per riposarci e cambiarci prima di uscire a cena.
Il fuso orario ci ha proprio messo a terra e il primo giorno è stata davvero dura!

Per cena avevamo in mente di andare a GOLDEN GAI, un quartiere piccolissimo e molto particolare, nascosto dalle luci di Shinjuku, che abbiamo conosciuto guardando alcuni video di travel blogger in giro per il Giappone.
Si tratta di poche stradine molto strette, piene di minuscoli locali dalle porticine colorate. Alcuni di essi hanno una scala interna e sono strutturati su due piani. Hanno pochissimi coperti, alcuni anche solo cinque o sei sedie al massimo.
Dopo aver passeggiato un po' avanti e indietro per le stradine ed aver scattato qualche foto abbiamo deciso di non fermarci a mangiare lì ma di andare in un altro quartiere.
Alcuni dei ristoranti sono in realtà dei club privati e non accettano turisti, non hanno nulla di tradotto in inglese. E' un quartiere dove i ragazzi giapponesi vanno la sera a bere. E quelli che abbiamo visto avevano bevuto molto.
A differenza del senso di sicurezza che mi ha dato il resto del Giappone, quel quartiere non ne ispirava per nulla, per cui abbiamo preferito spostarci e cercare un'altra zona dove cenare. Il mio consiglio è, se volete cenare lì, di andarci in compagnia di qualcuno del posto che vi può accompagnare e consigliare.





KUSHIYAKI BISTRO FUKUMIMI SHINJUKU
(3-9-5 Shinjuku Gold Bldg. 2F, Shinjuku 3 Chome, Shinjuku, 160-0022 Prefettura di Tokyo)
Voto Tripadvisor 5 - clicca qui per vedere le altre recensioni della struttura








Questo ristorante è situato nel quartiere di Shinjuku. Anche con l'aiuto del navigatore è davvero difficile da trovare ma ne vale la fatica perchè è veramente super!
Non è grandissimo ed è tutto fatto in legno. Si può scegliere se mangiare al bancone o nei tavoli distanti.
Per i turisti hanno il menù scritto in inglese e i camerieri sono molto gentili e disponibili nel consigliarvi i piatti migliori.
La specialità del ristorante è il pollo. Tutto o quasi, lì dentro è a base di pollo.
La porzioni sono piccolissime per cui il consiglio è quello di assaggiare un po' di tutto e dividerlo.
Il cibo è ottimo. Consiglio la zuppa di pollo, gli spiedini di pelle di pollo e quelli di ali e anche le handmade meet balls. Insomma ci è piaciuto tutto quello che abbiamo assaggiato!!
Noi siamo arrivati verso le 22,30 e non abbiamo avuto bisogno di prenotare perchè il locale era ormai quasi vuoto.
Con due birre fresche e un bicchiere di vino rosso e assaggini vari abbiamo speso l'equivalente di 50 euro in due. E' assolutamente da provare.
Vi ho postato anche la foto dell'ingresso del ristorante perchè è grazie ad una foto così, postata da un utente di Tripadvisor, che siamo riusciti a trovare finalmente il locale dopo diversi tentativi.

MERCOLEDI' 26/06/2019
Dopo aver fatto colazione in un ristorante dentro la stazione di Shinjuku con riso, alghe, polipo e zuppa di miso, ci siamo avviati verso il quartiere di UENO.



UENO PARK
(5-20 Uenokoen, Taito 110-0007 Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 05,00 alle 23,00
Biglietto d'ingresso: gratuito
Tempo di visita: 2-3 ore





Questo parco è enorme e al suo interno si trovano diversi luoghi di interesse come lo zoo e alcuni templi. Noi lo abbiamo attraversato solamente per muoverci da un tempio all'altro. Sembra un normalissimo parco ma dicono che ad aprile con la fioritura dei ciliegi si trasformi in un paradiso tutto rosa.

TOSHOGU SHRINE
(Ueno Park, Taito Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 09,00 alle 16,30
Ingresso: 500 yen
Tempo di visita: 30 minuti







E' un bellissimo tempio dorato situato all'interno del Ueno Park. Non è visitabile all'interno, ma pagando un biglietto di 500 yen è possibile accedere al giardino subito all'esterno del tempio e vederlo molto più da vicino. Bellissima la porta di legno tutta decorata che corre tutto intorno al tempio.

KIYOMIZU KANNON-DO
(1-29, Uenokoen, Taito 110-0007 Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 09,00 alle 17,00
Biglietto d'ingresso: gratuito
Tempo di visita: 30 minuti



E' un piccolo tempio buddista che si visita in breve tempo.
A mio avviso non è nulla di particolare, ma si trova all'interno del parco di Ueno e quasi sicuramente ci passerete davanti.
Riconoscerete questo tempio poiché all'esterno ha un pino con una forma molto strana , elemento che lo contraddistingue da altri templi nelle foto su internet.

YOYOGI PARK
(2-1 Yoyogi Kamizonocho, Shibuya 151-0052 Prefettura di Tokyo)




E' un parco molto grande vicino al tempio Meiji Jingu. Anche questo con i ciliegi in fiore sarebbe stato stupendo da vedere. Noi abbiamo fatto una breve passeggiata e poi ci siamo fermati davanti ad un laghetto a riposare su una panchina.
Ancora il malessere da fuso orario non ci aveva abbandonato.

MEIJI JINGU
(1-1 Yoyogi Kamizonocho, Shibuya 151-0052 Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 09,00 alle 16,30
Biglietto d'ingresso: gratuito
Tempo di visita: 1 ora






Si tratta di un tempio shintoista immerso nel verde. E' uno dei templi più conosciuti di Tokyo e assolutamente non dovete mancare la sua visita. Per arrivarci dovrete camminare circa una decina di minuti in un viale in mezzo al verde del bosco e dovrete passare sotto due enormi torii , le porte d'ingresso al tempio.
Il tempio stesso è molto imponente ed è incredibile l'atmosfera di altri tempi che si respira al suo interno.
Dicono che spesso chi lo visita ha la fortuna di assistere alla tradizionale processione di un matrimonio shintoista in corso di svolgimento. Noi purtroppo non abbiamo avuto questa fortuna.

Questo primo giorno è stato davvero stancante per noi. Stanchissimi ancora dal viaggio e dal fuso orario ci siamo barcamenati in giro come degli zombie. E il sole e il caldo incontrati a Tokyo non sono stati di nessun aiuto. Esausti già nella prima parte della giornata, abbiamo deciso di cambiare quartiere, stravolgendo un po' i nostri programmi e il nostro itinerario, e dirigerci verso ODAIBA per andare a visitare qualcosa che fosse al coperto e possibilmente con aria condizionata.
Per cui dopo aver mangiato un hamburger al volo in un fast food di Odaiba, ci siamo diretti verso un'attrazione che per noi è stata indimenticabile.

TEAMLAB BORDERLESS
(1-3-8 Odaiba Palette Town, MORI Building Digital Art Museum: teamlab Borderless, Aomi, Koto 135-0064 Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 10,00 alle 19,00, sab/dom dalle 10,00 alle 21,00
Biglietto d'ingresso: Yen 3.200
Tempo di visita: 2/3 ore







Tutta la pazzia, l'inventiva e la modernità dei giapponesi si concentra in questo edificio.
Si tratta di diverse stanze dove sono stati ricreati diversi giochi di luci e di suoni che ti daranno l'impressione di trovarti in un sogno.
Dalla stanza fiorita a quella con il mare mosso, dalla cascata alla famosissima foresta di lampade.
Ci siamo divertiti come bambini qui dentro.
Abbiamo anche disegnato una tartaruga e fatto nuotare il nostro disegno in un mare di disegni.
Questo è stato possibile grazie ad una speciale stampante che ha scannerizzato la nostra tartaruga e l'ha ricreata su uno schermo gigante dove era raffigurato un mare e dove tutti i disegni, fatti da adulti e bambini, nuotavano da una parte all'altra.
La foresta delle lampade rimane sicuramente la nostra preferita, anche se per entrarci abbiamo dovuto fare circa una mezzora di coda.
Se entrate nella En Tea House potrete gustarvi anche un bellissimo tè fiorito, pagando circa 300 yen a testa.
Si tratta di una stanza buia con dei banconi dove vi verrà servito il tè, che è buono ma è un semplicissimo tè. Ma non appena avrete la tazza in mano e la appoggerete sul bancone, dall'acqua del vostro thè inizieranno a crescere dei bellissimi fiori. Tutto grazie ai giochi di luce che partono dal soffitto.

Una volta usciti dal TeamLab ci eravamo completamente ripresi per cui abbiamo deciso di proseguire con il nostro tour, cambiando ancora una volta quartiere ed avvicinandoci all'hotel.
La prossima tappa era lo SHIBUYA CROSSING e per arrivarci siamo dovuti scendere alla fermata della metro di SHIBUYA dove al suo esterno si trova una statua famosissima, che non potevamo non fermarci a fotografare: la STATUA DI HACHIKO.



SHIBUYA CROSSING in cima al PALAZZO MAGNET



Lo Shibuya Crossing è un incrocio di più strade, è trafficatissimo e molto famoso.
E' divertente attraversarlo mischiandosi alle altre persone ma è ancora più divertente guardarlo dall'alto e magari filmarlo facendo un video in time lapse.
Ci sono diversi punti panoramici dove posizionarsi, ma dopo svariate ricerche in internet abbiamo deciso di lasciar perdere Starbucks, troppo conosciuto, scontato e affollatissimo e di optare per l'ultimo piano del PALAZZO MAGNET.
E' un enorme palazzo adibito a centro commerciale con la scritta gigantesca MAGNET sulla sua facciata. 
Entrate nel palazzo e vi troverete subito all'interno di un negozio. Prendete l'ascensore fino al piano indicato come OSSERVATORIO SHIBUYA CROSSING e via in alto!!
Arrivati in cima, da una macchinetta dovrete acquistare il biglietto per poter accedere alla terrazza panoramica, costa 300 Yen (la macchinetta accetta solo contanti).
Non sono tantissime le persone che conoscono questo punto di osservazione per cui non troverete tanta gente, ne vale la pena!
Il palazzo è aperto tutti i giorni dalle 10,00 alle 21,00.

TATSUNOYA SHINJUKU OTAKIBASHIDORI
(7-4-5 Nishishinjuku Fujino Bldg. 1F, Shinjuku 160-0023 Prefettura di Tokyo)
Voto Tripadvisor 4,5 - clicca qui per vedere le altre recensioni della struttura




Questo locale è uno dei più conosciuti e apprezzati ristoranti di ramen a Shinjuku.
Dovrete attendere un po' per riuscire ad entrare , ma ne vale la pena.
Si fa una prima fila per ordinare alla macchinetta che si trova appena dentro la porta del locale.
La macchinetta non accetta carte ma solo contanti. Prima si inseriscono i soldi e poi si preme il bottone corrispondente a ciò che volete ordinare. La macchinetta vi stamperà un biglietto che dovrete consegnare alla cameriera che vi ha accolto all'ingresso del locale.
Poi si esce nuovamente dal locale e si torna in strada a fare la seconda fila per potersi accomodare al tavolo. Siamo in Giappone, loro adorano mettersi in coda! Lo fanno per qualsiasi cosa!
Il vostro ordine verrà pronto e servito in tavolo non appena si libererà un posto a sedere per voi. 
Il locale è molto piccolo. I camerieri sono molto gentili e il ramen è davvero spaziale!

GIOVEDI' 27/06/2019
Il nostro ultimo giorno a Tokyo.
Abbiamo lasciato il Keyo Plaza con bagagli piccoli al seguito (quelli grandi li abbiamo spediti), raggiunto la stazione di Shimbashi e cercato prima dei lockers dove lasciare le nostre valigie e poi un locale dove poter fare colazione.

GINZA WEST GINZA HONTEN
(7-3-6 Ginza, Chuo 104-0061 Prefettura di Tokyo)
Voto Tripadvisor 4,5 - clicca qui per vedere le altre recensioni della struttura



E' una sala da tè in stile retrò vicino alla stazione di Shimbashi. Al suo interno viene diffusa musica classica e viene servito il tè accompagnato da una vasta scelta di dolci e torte.

Dopo la nostra colazione, abbiamo preso i mezzi per tornare nel quartiere di ODAIBA.

NATIONAL MUSEUM OF EMERGING SCIENCE AND INNOVATION MIRAIKAN
(2-3-6 Aomi, Koto 135-0064 Prefettura di Tokyo)
Apertura: tutti i giorni dalle 10,00 alle 16,30 - chiuso il martedì
Biglietto d'ingresso: 620 Yen
Tempo di visita: 2 ore







E' un museo non molto grande che si concentra su tutto ciò che riguarda la scienza e le invenzioni.
La parte più interessante e affascinante è sicuramente quella riservata ai robot.
Il robot androide è affascinante ed inquietante allo stesso tempo. E' pazzesco vedere i movimenti delle articolazioni e le espressioni facciali che riesce a fare. Sembra una persona vera.
Molto più divertente è assistere allo spettacolo (della durata di circa 10 minuti) di Asimo, il robot umanoide che parla, si muove, canta, balla e calcia il pallone. (Il robot parla in giapponese, mentre la presentazione iniziale dello staff viene fatta sia in giapponese che in inglese).
Poi c'è tutta una sezione dedicata allo spazio, dove troverete anche il modulo della stazione spaziale internazionale che mostra come vivono gli astronauti in orbita.
Comprendere tutto quello che si vede in questo museo è un po' difficile poichè bisogna avere un'ottima conoscenza dell'inglese (dei termini scientifici) e una buona infarinatura di scienza. Io non nascondo di aver avuto qualche difficoltà ma, anche se non ho capito proprio tutto, questo museo mi è piaciuto molto!

Odaiba è una grande isola artificiale nella baia di Tokyo e, tra le tante cose che potrete vedere, c'è anche la riproduzione della STATUA DELLA LIBERTA', ormai diventata un simbolo del quartiere.



Dopo una bella passeggiata nel quartiere abbiamo ripreso i mezzi e siamo tornati alla stazione di Shimbashi per pranzare. 

MAGURO ICHIBA SHIMBASHI GINZA ENTRANCE
(1-13-6 Shimbashi, Minato 105-0004 Prefettura di Tokyo)
Voto Tripadvisor 3,5 - clicca qui per vedere le altre recensioni della struttura




E' un locale molto piccolo vicino alla stazione, frequentato per pranzo principalmente dai lavoratori. Si ordina all'esterno dalla macchinetta, si entra e si aspetta che l'ordine venga recapitato al tavolo. La proprietaria è una donna molto carina e gentile e, tipico dei giapponesi, ci ha accolto con un gran sorriso. Abbiamo ordinato riso e udon con tempura di gamberi. Il cibo era ottimo!

E così dopo aver pranzato e ritirato i nostri bagagli al locker, ci siamo messi rigorosamente in fila ad aspettare il treno che ci avrebbe portato nella prossima città: Hakone!





Clicca qui per continuare il viaggio insieme a me!! (Hakone)



1 commento:

  1. Wow!
    Il Giappone è una delle nazioni che mi piacerebbe tanto visitare :)
    Grazie per questo post.

    RispondiElimina