venerdì 18 ottobre 2019

Recensione: Segreti e ipocrisie - Sveva Casati Modignani

Casa editrice: Sperling & Kupfer
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 227

Prezzo di copertina: € 15,90

Voto personale: 



"Un anno volge al termine e uno nuovo sta per cominciare, carico di speranze, buoni propositi e qualche rimpianto. Mentre cerca un po' di pace nella bellissima Villa Sans-souci a Paraggi, che ha ricevuto in eredità dalla nonna materna, Maria Sole ripensa al grande inganno che ha determinato la fine del suo matrimonio poche settimane prima. Si chiede come abbia fatto a non accorgersi che suo marito non era quello che sembrava, pur conoscendolo sin dall'infanzia, e come i genitori di entrambi, che sospettavano da sempre, abbiano potuto tacere. Ripercorrendo i ricordi racchiusi nelle stanze della villa, la giovane donna si rende conto che la sua famiglia è sempre vissuta di segreti, per non sporcare l'immagine della propria rispettabilità. Ma ora Maria Sole vuole scrollarsi di dosso tante ipocrisie e riprendere in mano la vita, anche per amore del suo bambino. Per fortuna, ha accanto le sue tre amiche soccorrevoli: Carlotta, Andreina e Gloria, pronte a sostenersi vicendevolmente nei momenti di difficoltà. Ognuna delle quattro «amiche del giovedì» - così le chiama la proprietaria del ristorante dove s'incontrano una volta a settimana - si affaccia al nuovo anno con una sfida da affrontare: chi un ritorno di fiamma, chi una gravidanza inattesa, chi una scelta d'amore che sconvolge ogni certezza. Di fronte a quelle svolte, la loro forza sarà il legame che le unisce come sorelle. Come una famiglia sincera. Le irresistibili protagoniste di Festa di famiglia tornano a sorprenderci in questo romanzo imprevedibile come la vita, magico come i sogni di ogni donna. Una storia di nuovi inizi e di affetti da custodire come tesori preziosi."

____________________

"Segreti e ipocrisie" è il seguito del romanzo "Festa di famiglia".
Le protagoniste sono le stesse: Maria Sole, Gloria, Andreina e Carlotta.
In ogni capitolo si scopre come è continuata la loro vita rispetto al primo romanzo.
Questa volta la storia di concentra maggiormente su Maria Sole.
Suo marito Mariano, che lei conosce sin da quando era piccola, si è dichiarato omosessuale e si è innamorato di un altro ragazzo.
Ha lasciato Maria Sole e il loro bambino di pochi mesi, per andare a convivere con Pedro, il suo nuovo amore.
Maria Sole non riesce ad avercela con lui per questo tradimento perché non può costringere Mariano a fingere di essere quello che non è.
La donna è invece arrabbiata ed amareggiata con sua madre e con sua suocera, che da tempo sospettavano la vera natura di Mariano ma non hanno mai cercato di avvertirla.

Se al primo romanzo, letto qualche mese fa, avevo assegnato 3 stelle dando a Sveva il beneficio del dubbio, a quest'ultimo, letto la settimana scorsa, ne devo assegnare solo 1.
Questa storia non mi è piaciuta per diversi motivi.
Per prima cosa non c'è una vera e propria trama con un inizio e una fine.
Le quattro protagoniste sono persone normali con storie abbastanza banali, a mio parere niente di interessante che valga la pena di essere inserito in un romanzo.
Come nel libro precedente ogni capitolo, scritto a caratteri enormi e di poche pagine, racconta qualche aneddoto della vita delle quattro donne ma sono tutte storie inconcludenti.
Viene da chiedersi: e quindi? Succede qualcosa poi? Perché ce lo stai raccontando??
Inoltre i dialoghi, secondo me, non sono adeguati all'età delle protagoniste.
Il racconto , se non proprio nel 2019, dovrebbe essere comunque ambientato in anni recenti e le quattro amiche, di quarant’anni circa, parlano tra di loro con le stesse parole che userebbero le loro bisnonne nei primi anni del 900'. 

Mi dispiace scrivere una recensione del genere su un romanzo di Sveva perché ho sempre adorato i suoi racconti, ma queste storie "moderne" trovo che non le si addicano.
Ad oggi Sveva Casati Modignani è una scrittrice che conta 34 romanzi pubblicati. Questi ultimi sono brevi, stringati e mancanti di significato. Ha forse esaurito gli argomenti di cui parlare?

Se “Festa di famiglia” è un romanzo incentrato su Andreina e “Segreti e ipocrisia” su Maria Sole, purtroppo sono pronta ad aspettarmi altri due libri su Gloria e Carlotta…. Che la prossima volta non leggerò.


Nessun commento:

Posta un commento