domenica 29 dicembre 2019

Recensione: La verità è che non ti odio abbastanza - Felicia Kingsley

Casa editrice: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 416

Prezzo di copertina: € 10,00

Voto personale: 



Lexi è una principessa, non delle favole, ma dell’Upper East Side. La sua vita perfetta da facoltosa ereditiera di un impero finanziario scorre tra feste esclusive e shopping sfrenato nel quartiere più lussuoso di New York. A ventisette anni ha già la certezza di un futuro luminoso, di aver vinto la partita, almeno finché un affascinante sconosciuto non le cambia le carte. Il principe azzurro? No, è Eric Chambers, detective di punta dell’FBI, che sta indagando su una truffa miliardaria in cui è coinvolta la famiglia Sloan, venuto a spodestarla dal suo trono. Tanto attraente quanto ruvido e poco disponibile, Eric la reputa viziata e superficiale, e la tratta con distacco e indifferenza. Tra i due è subito guerra. Con tutti i suoi beni confiscati, Lexi si ritrova in mezzo a una strada da un giorno all’altro, ma lei non ha nessuna intenzione di rimanerci. Anzi! Se Eric le ha tolto tutto, dovrà essere lui ad aiutarla e Lexi non accetterà un no come risposta, almeno finché non sarà riuscita a riabilitare il nome della sua famiglia, anche perché lei sarebbe una preziosa risorsa per le indagini. Riusciranno l’ereditiera che cuoce i toast usando il ferro da stiro e l’integerrimo detective di Brooklyn a collaborare senza scannarsi? O senza… innamorarsi?

____________________

"Sloangate: scoperta truffa multimiliardaria...dietro l'impero finanziario guidato dai fratelli Sloan si cela quella che potrebbe essere la truffa del decennio."

La notizia che Lexi apprende dal notiziario distrugge in pochi secondi tutta la sua vita. Zio Rafferty, il fratello di suo padre, è svanito nel nulla facendo sparire dalla Sloan Securities, la società di famiglia, miliardi di dollari.
I beni della sua famiglia vengono sequestrati immediatamente, le sue carte di credito bloccate e, come se non bastasse, tutte le persone che credeva le fossero amiche le voltano le spalle per paura di essere associate a lei e alla sua famiglia.
Lexi si ritrova sola, senza una casa in cui vivere, con pochi spiccioli per sopravvivere.
Ma non si da per vinta. Non vuole ascoltare tutti quelli che le consigliano di sparire da New York per un po' in attesa che si calmino le acque.
Lexi non vuole scappare, vuole restare e riprendersi la sua vita a testa alta.
Per farlo decide di appellarsi alla persona che secondo lei è responsabile della sua disgrazia: l'agente dell'FBI Eric Chambers, colui che ha avviato il procedimento per il sequestro dei suoi beni.
Tra i due inizia una strana convivenza/collaborazione per cercare di risolvere il caso, trovare lo zio latitante e risarcire i clienti derubati.
Lexi, abituata al lusso più sfrenato, dovrà imparare a ridimensionarsi e a dar valore alle cose che nella vita contano davvero.

____________________

Ho voluto leggere questo libro perché i precedenti di Felicia Kingsley mi erano piaciuti molto e devo dire che anche questa volta la scrittrice non ha deluso le mie aspettative.
La trama è avvincente come lo sono anche i personaggi e i dialoghi.
La lettura è molto scorrevole. Ho letto questo libro in due giorni e proprio come "Una Cenerentola a Manhattan" mi ha entusiasmato moltissimo. Avrei voluto non arrivare mai alla fine.
Assolutamente da leggere!


Nessun commento:

Posta un commento