sabato 11 aprile 2020

Recensione: Sotto il cielo di Parigi - Marius Gabriel

Casa editrice: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 2020
Nr. pagine: 382
Prezzo di copertina: € 09,90

Voto personale: 



"Parigi, 1940. La città è occupata dai nazisti. Il lussuoso Hotel Ritz, un tempo frequentato dall'alta società parigina, è adesso alla mercé di arroganti ufficiali tedeschi, con un ossequioso seguito di tirapiedi e accompagnatrici. Olivia Olsen è una delle cameriere dell'hotel. È americana, ma tiene nascosta la sua nazionalità, anche se questa bugia diventa ogni giorno più pericolosa. Quando un uomo molto vicino a Hitler mette gli occhi su di lei, Olivia non esita a cogliere l'opportunità per dare una mano ai partigiani. Ma lavorare fianco a fianco con Jack, il suo contatto nella resistenza, potrebbe complicare ulteriormente le cose. Tra i frequentatori del Ritz ci sono anche la famosa stilista Coco Chanel, che intravede nel nuovo regime un'opportunità da sfruttare a proprio vantaggio, e Arletty, una delle attrici francesi più amate dal pubblico, che verrà travolta dalla violenza di un amore proibito. Mentre la guerra si diffonde rapidamente in tutto il continente, il destino di queste tre donne è segnato dalla vicinanza con il nemico. E nessuna di loro può davvero considerarsi al sicuro..."

____________________

Olivia Olsen è un'americana trasferita a Parigi, una pittrice di talento che non è riuscita a lanciarsi sul mercato.
Per portare a casa un po' di denaro si accontenta di fare ritratti ai passanti per 300 franchi.
E' così che conosce Fabrice, il ragazzo che nel giro di poco tempo diventa il suo compagno. Con lui la sua vita prende un corso diverso, felice e spensierato.

Questo è poco prima dell'occupazione nazista. Nel 1940 le forze militari tedesche invadono Parigi e prendono possesso della città.
Olivia potrebbe tornare al sicuro a casa sua negli Stati Uniti ma decide di rimanere al fianco di Fabrice e di combattere.

Viene assunta come cameriera al famoso e prestigioso hotel Ritz in Place Vandôme, dove alloggiano molti ufficiali tedeschi, e diventa una spia per conto della Resistenza francese. Il suo compito è quello di carpire informazioni importanti e riferirle ai suoi capi senza farsi scoprire dai nazisti. Per farlo metterà diverse volte a repentaglio la sua vita.

____________________

Ho iniziato la lettura di questo libro un po' a rilento.
La storia e il coraggio dimostrato da Olivia, la protagonista, mi hanno però coinvolto sempre di più e in men che non si dica sono arrivata alla fine del romanzo.
Generalmente i racconti sulla seconda guerra mondiale mi risultano, per quanto interessanti, un po' pesanti da affrontare.
Lo scrittore in questo caso ha preso personaggi ed eventi realmente accaduti romanzandoli parzialmente, per rendere la lettura più scorrevole. E ci è riuscito.
Mi è piaciuta sia l'ambientazione, il Ritz di Parigi, descritto in tutti i suoi lussuosi ed incantevoli particolari, sia i personaggi coinvolti nel racconto, come la famosa stilista Coco Chanel e la bellissima attrice Léonie Bathiat.

 


Mentre Olivia è una donna scaturita dalla fantasia dello scrittore, Coco e Arletty, il soprannome con il quale era conosciuta l'attrice, sono due personaggi realmente esistiti, che hanno avuto rapporti con le alte cariche tedesche occupanti della città.
Le loro vicende mi hanno incuriosito e spinto a fare ulteriori ricerche su internet.
Questo fatto è la testimonianza che questo libro è riuscito ad interessarmi e conquistarmi.
Ne consiglio la lettura anche a voi, sicura che riesca a sortire lo stesso risultato.


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:


Nessun commento:

Posta un commento