giovedì 28 maggio 2020

Recensione: La verità è negli occhi di chi sa guardare oltre - Jenny Leotta

Ciao lettori,
Qualche giorno fa vi avevo parlato del romanzo rosa "E' una vita che ti sto aspettando" scritto da Jenny Leotta.
Oggi vi voglio presentare anche il suo secondo romanzo edito dalla casa editrice Mnamon.

Recensione "La verità è negli occhi di chi sa guardare oltre" di Jenny Leotta

Pubblicato da: Mnamon
Genere: Narrativa rosa
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 192
Prezzo di copertina: € 11,00

Voto personale: ❤❤

La verità è negli occhi di chi sa guardare oltre - Jenny Leotta

TRAMA:

"Verità e amore alla prova dei fatti.  Amore e pregiudizio.
Il romanzo di Jenny Leotta è un’opera di finzione e un documento.
Una storia di passioni e di desiderio di conquistare la felicità.
Chi legge deve cercare di superare il giudizio immediato sulle cose, anche se spiacevoli.

Jack, il protagonista maschile, è costretto a guardare dentro di sé per vincere la diffidenza nei confronti delle donne.
Joe, protagonista femminile, è impegnata a fare fronte alle sue paure.
E Cristian, costretto in sedia a rotelle, deve superare la prova più dura, accettare di essere amato per quello che è.

Ognuno di loro lotta per conquistare la felicità.
Ognuno deve per questo essere se stesso, senza finzione e senza paure.
Nel romanzo non sono troppi gli ostacoli da sormontare, almeno per chi legge.
Ma l’ostacolo che a un osservatore appare semplice, sembra una montagna a chi deve superarlo."

_________________________

ESTRATTO DAL LIBRO:

"Vediamo un po'... Io, tu, Alessia e Joe?",
"Mmmh, non lo so Jack, non so se è il caso. Cosa vuoi che gliene freghi di me?"
"Quanto ottimismo", mi interrompe.
"Realismo, amico, realismo. Non voglio una ragazza che sta con me o che esce con me per compassione, ricordi?"
"E magari non ha accettato per compassione, che ne sai?"
"Sì, certo, e gli asini volano"
"Mamma mia", sbuffo. "Non capisco questa cosa che ha in testa l'intera società che perchè uno è in sedia, o è senza una mano o senza un braccio o senza una gamba, o è non vedente, o sordo o quello che ha allora non si possa innamorare, non possa avere una vita amorosa, una relazione, una vita sessuale, dei figli e tutto il resto. Solo perchè uno ha problemi non merita o non può avere l'amore? L'amore è un diritto di tutti, è un emozione che dovremmo provare tutti, l'amore se ne fotte dei problemi, delle disabilità, delle differenze sociali. L'amore vuole solo amore e se c'è quello si supera qualsiasi difficoltà, fisica o sociale che sia", concludo il mio discorso che non so nemmeno io da dove ho tirato fuori. Forse proprio dal cuore.
Il mio amico mi guarda a bocca aperta e con un espressione sbalordita.
"Ma cosa sei, un poeta?", ride per stemperare la situazione. "Comunque hai ragione, anche se non è facile."
Dopo un po' che riflette solleva la testa, mi guarda e spara:
"Ok, proviamo. Come si dice? Meglio soffrire e aver provato che non provare affatto?"

_________________________

RECENSIONE:

Come nel precedente romanzo "E' una vita che ti sto aspettando" il racconto è caratterizzato da poche descrizioni e da tanti dialoghi e le vicende si susseguono una dopo l'altra un po' troppo velocemente.
La trama è lineare, senza colpi di scena o avvenimenti che diano brio al racconto; una semplice cronaca della vita dei tre protagonisti. 
La loro storia avrebbe dovuto essere approfondita in modo più adeguato.
Trovo che la trama parta comunque da una buona idea di base. 
La scrittrice ci fa riflettere, infatti, su un tema delicato.
Ci invita a lasciare da parte i nostri pregiudizi nei confronti delle altre persone.
Ognuno dei protagonisti del romanzo si trova davanti a degli ostacoli piccoli o grandi da affrontare. 
Jack, Joe e Cristian vogliono farsi conoscere per come sono realmente, senza lasciare che le loro condizioni fisiche, economiche o caratteriali influenzino negativamente gli altri individui.
Come dice il titolo stesso del libro : la verità è negli occhi di chi sa guardare oltre.

Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, iscrivetevi alla mia newsletter!!


Alla prossima!




CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:



DELLA STESSA AUTRICE:

E' una vita che ti sto aspettando - Jenny Leotta

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Appuntamento in terrazzo - Felicia KingsleyE tu mi vorrai bene? - Cathy GlassIo prima di te - Jojo Moyes



mercoledì 27 maggio 2020

Prossimi libri in uscita: Giugno 2020

Cari amici lettori,
 
SIETE PRONTI PER SCOPRIRE QUALI SARANNO LE NOVITÀ LETTERARIE DI QUESTO MESE? 

Ci sono tantissime novità in arrivo soprattutto dalla Mondadori, che ci presenta una svariata scelta di nuovi romanzi dai generi più diversi, mentre le altre case editrici questo mese sono leggermente scarse di nuove proposte.
Stilare la mia lista di dieci romanzi questa volta non è stato semplice perché ho cercato comunque di spaziare il più possibile tra generi ed editori diversi per accontentarvi tutti. 

Io li leggerei tutti quanti perché in fatto di libri sono davvero eclettica. Ma voi? Qual'è il vostro genere letterario preferito? Avete una casa editrice che preferite particolarmente?
Scrivetemi nei commenti così la prossima volta potrò prepararvi delle segnalazioni più accurate.


Scopriamo insieme le prossime uscite.
Ecco qui DIECI NOVITÀ LETTERARIE DEL MESE DI GIUGNO.
Buona lettura!

L'ESTATE DELLA MIA RIVOLUZIONE - ANGELICA GRIVEL SERRA (Mondadori, 03/06/2020) 

L'estate della mia rivoluzione - Angelica Grivel Serra

(Acquista con: AMAZON - IBS - FELTRINELLI)

Luce ha diciassette anni e vive con l'adorata madre Valeria in una grande casa sul mare di Cagliari, coccolata dall'amore incondizionato di una famiglia quasi tutta al femminile. Baciata dalla bellezza e da un'intelligenza fuori dal comune, a scuola riesce senza troppi sforzi ma non ha grandi rapporti con i coetanei. A dire il vero, non assomiglia per niente agli adolescenti che la circondano. Perché Luce, nella sua età e soprattutto nel corpo di una ragazza della sua età, non si sente per niente a proprio agio. È come se appartenesse a una declinazione diversa della stessa specie, come fosse fuori sincrono. A differenza dei suoi compagni, infatti, non riesce ad accettare le asperità della metamorfosi, a gustarne la forza e a coglierne tutto il potere. Al contrario, l'immagine che le viene quotidianamente restituita dallo specchio, quel corpo che muta e che la sorprende ogni giorno con particolari nuovi e non richiesti, non la rappresenta. Non più. Le è estranea, sconosciuta, nemica. Un'immagine lontana da come si sente realmente, nel profondo. Ma l'estate che sta per vivere, con gli incontri che costelleranno questa stagione pigra e suadente, potrebbe sorprenderla, offrendole la possibilità di affrontare l'atroce senso di sospensione e incertezza che la avvince, e di compiere quei primi indispensabili, goffi eppure rivoluzionari passi che, pacificandola con il passato, potrebbero permetterle di abbracciare un futuro carico di promesse. 

L’ULTIMA STORIA – JOHN GRISHAM (Mondadori, 03/06/2020)

L'ultima storia - John Grisham

(Acquista con: AMAZON - IBS - FELTRINELLI)

È piena estate e a Camino Island sta per abbattersi un uragano di proporzioni allarmanti. Il governatore della Florida ordina a tutti gli abitanti l'immediata evacuazione dell'isola. La maggior parte fugge sulla terraferma, ma Bruce Cable, noto libraio e collezionista di libri antichi, nonché animatore della vita culturale dell'isola, decide di rimanere sul posto. Come previsto, l'uragano devasta ogni cosa, abbattendo alberi e danneggiando gravemente abitazioni, alberghi e negozi, e purtroppo ci sono delle vittime. Tra queste Nelson Kerr, un noto scrittore di thriller amico di Bruce. Ma la furia della tempesta non sembra essere stata la causa della sua morte. I numerosi colpi alla testa farebbero pensare a ben altro. Chi può aver voluto Nelson morto? La polizia locale non è solita occuparsi di omicidi, meno che mai in un momento di emergenza come questo, e Bruce inizia la sua personale indagine. E se la morte dell'amico fosse legata in qualche modo ai suoi romanzi, e soprattutto all'ultimo romanzo, ancora inedito e custodito nel suo computer? Quello che Bruce scoprirà è molto più sconvolgente dei colpi di scena delle storie di Nelson Kerr.

IL TACCUINO DELLE COSE NON DETTE – CLARE POOLEY (Mondadori, 03/06/2020) 

Il taccuino delle cose non dette - Clare Pooley

(Acquista con: AMAZON - IBS - FELTRINELLI)

Sei sconosciuti con una cosa in comune: la loro vita non è così perfetta come vogliono far credere Uno di questi è Julian, un artista eccentrico che da qualche tempo è precipitato in una profonda solitudine. Nell'accogliente caffè di Londra dove si rifugia nei momenti peggiori, decide di affidare la sua storia alle pagine di un taccuino verde che abbandona incurante su un tavolino. Mai più pensa che Monica, la giovane proprietaria del bar, lo legga e ne rimanga sconvolta. O che il suo piccolo atto di onestà possa avere un impatto così dirompente sulle vite di altre cinque persone che leggeranno il quaderno, portando con sé cambiamenti, amicizie, nuovi amori e, soprattutto, perdono. Il taccuino delle cose non dette è un romanzo sul coraggio di mostrarsi agli altri per quello che si è e scoprire che non fa paura; anzi, che essere autentici assomiglia moltissimo a essere felici.

BLOOD. GAME , BLOOD TYPE SERIES VOL. 3 - K.A. LINDE (Newton Compton Editori, 04/06/2020) 

Blodd. Game - K. A. Linde

(Acquista con: AMAZON - IBS - FELTRINELLI)

Reyna Carpenter aveva ventun anni quando è diventata una scorta di sangue vivo per lo spietato e oscuro vampiro Beckham Anderson. Pensava che fosse solo un piccolo prezzo da pagare per prendersi cura della sua famiglia. Ma niente si è rivelato come aveva previsto. Nemmeno la sua tumultuosa relazione con Beckham. E adesso che tutte le sue certezze sono state distrutte, si ritrova nel bel mezzo di una rivolta, in fuga dalla città dominata dall'élite dei vampiri. Il suo futuro è in bilico e se vuole compiere il suo destino, Reyna dovrà risorgere dalle ceneri, recuperare la vita che le è stata rubata e completare la sua missione, una volta per tutte.

IL PASSATO NON MUORE – LEE CHILD (Longanesi, 04/06/2020)

Il passato non muore - Lee Child

(Acquista con: AMAZON - IBS - FELTRINELLI)

Anche Jack Reacher va in vacanza. Ma le sue ferie sono diverse da quelle di tutti gli altri e, soprattutto, sono molto più pericolose. Partito per un tranquillo viaggio in auto dal Maine alla California, sulle orme dei grandi avventurieri americani, Reacher si ferma dopo pochi giorni. Il cartello che segnala la città in cui nacque suo padre accende la sua curiosità e lui decide di fare una deviazione. Quando però si rivolge all’impiegato degli uffici della cittadina per trovare la casa paterna, scopre che nessuno di nome Reacher ha mai vissuto lì. Jack sapeva che il padre era fuggito da quel posto e non era mai più tornato; possibile che invece non ci fosse mai stato? La sua famiglia può avergli mentito? E se l’ha fatto, perché? Contemporaneamente, poco distante, una giovane coppia canadese sta per vivere un incubo. Bloccati in uno strano motel in mezzo al nulla, i cui gestori sono fin troppo di­sponibili, i due ragazzi vengono intrappolati in un inquietante gioco tra vita e morte. Mentre Reacher cerca di fare chiarezza sui segreti della sua famiglia e i canadesi rischiano tutto, le due storie cominciano a intrecciarsi. La tensione aumenta pagina dopo pagina e la posta in gioco non è mai stata così alta, perché il passato non muore mai…

martedì 26 maggio 2020

Recensione: E' una vita che ti sto aspettando - Jenny Leotta

Ciao lettori,
oggi vi voglio presentare il primo di due romanzi rosa che mi sono stati inviati dalla scrittrice Jenny Leotta.
Questo romanzo si intitola "E' una vita che ti sto aspettando", è dedicato a tutti i primi amori e questa è la mia recensione.

Recensione "E' una vita che ti sto aspettando" di Jenny Leotta

Pubblicato con: Youcanprint
Anno di pubblicazione: 2019
Nr. pagine: 222
Prezzo di copertina: € 13,00


Voto personale: ❤❤❤

E' una vita che ti sto aspettando - Jenny Leotta

TRAMA:

"Si può essere «colpiti» da un colpo di fulmine alla tenera età di sette anni? Può un amore andare momentaneamente in letargo, e al momento giusto risvegliarsi più forte di prima? Può bastare uno sguardo per innamorarsi per... sempre? Jennifer e Giordano hanno ventuno anni e non si vedono da tanto tempo. Ma che accadrebbe se il destino decidesse di metterli, di nuovo, nella stessa strada? Lei ha sofferto tanto, a detta sua anche troppo, e non intende assolutamente ricascarci; lui in passato prestava attenzione ad altro e non la vedeva nemmeno. O forse faceva finta di non vederla? Adesso però è arrivato il suo momento di innamorarsi di lei e di dover fare in modo che lei si innamori, di nuovo, di lui. Può l'amore resistere al tempo, alle gelosie e alle incomprensioni? I due ragazzi sono ancora in tempo per essere felici insieme o hanno già avuto la loro occasione e hanno perso il loro treno?"

____________________________________

RECENSIONE:

I protagonisti di questo racconto sono Jenifer e Giordano. Due ragazzi che si sono conosciuti in seconda elementare e che si sono poi ritrovati, dopo anni, nella stessa università ormai ventunenni.
Jenifer, a soli sette anni, ha avuto un vero e proprio colpo di fulmine per Giordano.
Lui invece sembra accorgersi di lei solo quando la ritrova cresciuta qualche anno più tardi.


Vorrei partire subito con gli aspetti che ho apprezzato di meno. Via il dente via il dolore.
Il racconto è scritto in prima persona, ci sono poche descrizioni e i dialoghi tra i personaggi e le varie scene si susseguono le une dopo le altre in modo molto veloce.
Questo in realtà può essere anche un aspetto positivo, da un certo punto di vista, perché mi dava l'idea di trovarmi davanti ad un diario personale scritto direttamente dai due protagonisti e rendeva il racconto molto scorrevole.
L'aspetto negativo è che andando così veloce la storia finisce troppo in fretta, risulta in alcuni punti davvero molto scarna e manca di particolari.
Ci sono alcuni passaggi che avrei approfondito per rendere più interessante il racconto, come ad esempio la comparsa della ex ragazza di Giordano che verso la fine fa un debole, poco credibile e inconcludente intervento per cercare di dividere la coppia.
Per tutto il racconto la storia tra i due protagonisti in realtà si succede piatta senza grossi colpi di scena, che di solito ritroviamo in tutti i romanzi d'amore, con il classico lieto fine.

Arriviamo poi a ciò che mi è piaciuto di più in questo libro.
Per prima cosa ho apprezzato la doppia narrazione; il racconto viene infatti narrato a capitoli alternati da ognuno dei due protagonisti e questo è un particolare che, per me, aggiunge un punto in più al libro che sto leggendo.
Mi piace avere l'opportunità di capire come si svolgono i fatti da due punti di vista diversi.
Questo tipo di narrazione inoltre non è semplice da utilizzare e mi da anche modo di farmi un'idea sull'abilità di chi sta scrivendo. In questo caso la scrittrice è una donna e per lei descrivere i sentimenti dal punto di vista della protagonista femminile non sarà stato poi così difficile. Dare invece voce al protagonista maschile, senza scadere nel banale, non sarà stato poi così semplice.
In questo romanzo ho trovato un giusto equilibrio.

Mi è piaciuta inoltre la semplicità della storia e dei protagonisti.
Non ci troviamo davanti a storie d'amore strane come Cinquanta Sfumature di E.L. James oppure After di Anna Todd.
I protagonisti non sono persone con strane tendenze comportamentali oppure ricche all'inverosimile da avere il mondo ai loro piedi.
Jenifer, Giordano e gli altri amici che fanno la loro comparsa nel racconto sono dei ragazzi semplici di 21 anni che fanno tutto quello che i loro coetanei farebbero: come ad esempio andare all'università, uscire al pomeriggio per un gelato o a fare shopping tra amici e andare a ballare in discoteca la sera.

E' ambientato negli anni 2000 perché fa riferimento a canzoni di Paolo Meneguzzi e degli Studio 3 e a particolari oggetti come la catenina con il cuore spezzato che andava di moda in quegli anni.
Tutti elementi che mi hanno fatto piacevolmente ripiombare in ricordi, ormai sepolti, degli anni delle mie scuole superiori.

In generale il racconto mi è piaciuto, l'ho letto in una sola giornata e mi sono messa a scrivere questa recensione con in sottofondo le canzoni di Paolo Meneguzzi, stupendomi di riuscire ancora a ricordarne le parole.

Vero, che ti amo ancora
Vero, che ti ho tradita
Falso, è stato un gioco
Falso, io lì non c'ero
Vero, che sei la sola
Vero, che ti ho ingannata
Falso, se non mi credi
Giuro sulla mia vita......

(da Verofalso di Paolo Meneguzzi) 

Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, iscrivetevi alla mia newsletter!!

Alla prossima!

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:

mercoledì 13 maggio 2020

Recensione: Il lupo e la colomba - Kathleen E. Woodiwiss

Buongiorno amici lettori, 
vi avevo promesso che avrei letto altri romanzi di Kathleen E. Woodiwiss ed infatti eccomi qui.
Oggi vi propongo un'altro dei suoi romanzi tra quelli che ho letto per primi e che mi sono piaciuti di più. 
In questa storia faremo un bel saltone indietro nel tempo, più precisamente nell'Inghilterra Medievale.
Il romanzo di cui sto parlando è "Il lupo e la colomba".

Recensione "Il lupo e la colomba" di Kathleen E. Woodiwiss

Casa editrice: Sonzogno
Anno di pubblicazione: 2012
Nr. pagine: 591
Prezzo di copertina: € 11,00

Voto personale: 

Recensione: Il lupo e la colomba di Kathleen E. Woodiwiss

TRAMA:


"Inghilterra, 1066. In un medioevo di forti passioni, la bella e fiera Aislinn, figlia di nobili sassoni, viene fatta prigioniera dal valoroso Wulfgar, giovane guerriero normanno al servizio di Guglielmo I. I due appartengono a mondi contrapposti, ma l'immensità del sentimento che a poco a poco li divora li costringerà, in un crescendo di avventura, ad azioni temerarie pur di affermare le ragioni dei loro cuori."
_______________________

RECENSIONE:

Siamo nell'anno 1066 e l'esercito normanno, guidato dal re Guglielmo, sta marciando alla conquista dell'Inghilterra.
Il popolo sassone è costretto a combattere per difendere le proprie terre e i propri feudi dagli spietati invasori. 
Il racconto si svolge nel Castello di Darkenwald, dove Lord Erland combatte per proteggere la sua famiglia e le persone che vivono all'interno del castello.
Il comandante dell'esercito normanno è impegnato ad Hastings per eseguire gli ordini del re e Ragnor de Marte, uno dei cavalieri di alto grado, viene inviato in sua vece a Darkenwald per chiedere una resa pacifica agli abitanti. 
L'uomo però, affamato di sangue e potere, disobbedisce ai comandi ed ordina all'esercito di attaccare.
Lord Erland viene ucciso in battaglia, il suo castello viene occupato dagli invasori e la moglie Lady Maida e la figlia Aislinn vengono prese come prigioniere e degradate al ruolo di semplici serve.
Ragnor rimane ammaliato dalla bellezza di Lady Aislinn e, nonostante la ragazza cerchi di difendersi con tutte le sue forze, finisce per possederla contro la sua volontà.
Nella notte però arriva Wulfgar, il comandante dell'esercito, che vedendo la carneficina compiuta dal suo secondo, lo allontana dal castello e rivendica Lady Aislinn come sua schiava personale.
Ragnor, che voleva tenersi la ragazza come ricompensa, giura di vendicarsi di Wulfgar e di rimpossessarsi di lei.
Inizia così al castello una lunga convivenza forzata tra conquistatori e conquistati.
Aislinn inizialmente prova un profondo odio nei confronti del suo nuovo Signore ma presto inizia a capire che Wulfgar non è poi spietato come credeva.


Diciamo che la partenza di questa storia d'amore con è delle migliori.
Nei primi capitoli di questo libro ci sono diverse descrizioni di soprusi e violenze.
Bisogna però ricordare che ci troviamo nel Medioevo, in un periodo storico in cui i matrimoni venivano combinati, in cui i soldati si squartavano con le spade sui campi di battaglia e in cui la maggior parte delle donne venivano trattate come schiave, picchiate e violentate, spesso anche dai propri mariti. 
Tutto questo quindi, a mio parere, non fa altro che rendere veritiera l'ambientazione storica che serve da supporto al racconto.
E' questo ciò che mi piace dei romanzi della Woodiwiss.
La storia d'amore tra i due protagonisti principali potrà essere pressapoco simile in tutti i suoi libri ma è la diversa ambientazione storica che li rende unici gli uni dagli altri.
I fatti riportati non sono storicamente precisi ma le descrizioni degli ambienti, dei vestiti e di tutti gli oggetti che i personaggi usano all'interno del racconto sono molto dettagliati.
Con i suoi romanzi, l'autrice è davvero in grado di farci viaggiare nel tempo.


Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, non dimenticate di iscrivervi al mio blog tramite il vostro indirizzo email!!


Alla prossima!

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:




POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Petali sull'acqua - Kathleen E. Woodiwiss

lunedì 4 maggio 2020

Recensione: Petali sull'acqua - Kathleen E. Woodiwiss

Buongiorno amici lettori,
oggi volevo parlarvi di una scrittrice che è stata pioniera del genere Romance: Kathleen E. Woodiwiss.
Avevo parlato di lei quando, tempo fa, curavo la rubrica "L'autore della settimana", nel quale presentavo settimanalmente un autore diverso parlando della sua vita e delle sue opere.

ADORO questa scrittrice e negli anni ho collezionato tutti i suoi 13 romanzi.
Il primo che ho letto è stato proprio Petali sull'acqua.
Mi era stato regalato da un'amica che ne aveva un doppione nella sua libreria.
L'avrò letto almeno una decina di volte come testimoniano la copertina e le pagine ormai usurate.

Era da qualche tempo che volevo rileggere i romanzi della Woodiwiss e in questi giorni finalmente l'ho fatto aprendo per primo "Petali sull'acqua", che senza dubbio resta il mio preferito.

Recensione "Petali sull'acqua" di Kathleen E. Woodiwiss

Pubblicato da: Sonzogno
Genere: Romanzo rosa, Erotico
Anno di pubblicazione: 2000
Nr. pagine: 466
Prezzo di copertina: € 10,00

Voto personale: 

Recensione: Petali sull'acqua - Kathleen E. Woodiwiss

TRAMA:


"Irlanda, 1747. Una giovane ingiustamente accusata di furto fugge su una nave negriera diretta in Virginia. Comprata come schiava da un gentiluomo inglese che la conduce in un'incantata residenza nei boschi, l'ardente diciottenne dagli occhi di smeraldo non sa resistere a quel suo enigmatico e generoso "padrone". Ma un'oscura minaccia si addensa all'orizzonte, e un'altra nave solca l'oceano spinta da un vento di vendetta e di passione."

_____________________

RECENSIONE:

La protagonista è Shemaine O'Hearn, una giovane ragazza irlandese dai lunghi capelli rosso fuoco e occhi verde smeraldo, appartenente ad una ricca famiglia borghese.
Shemaine sta per elevare il suo rango nella nobiltà inglese in quanto promessa sposa del facoltoso Marchese Maurice du Mercer.

Approfittando di un momento nel quale la ragazza è rimasta sola, viene rapita da degli sconosciuti, portata alla prigione di Newgate e condannata con false accuse.
L'unica scappatoia per evitare di morire nella prigione è quella di venir deportata su una nave galera verso le colonie inglesi, in Virginia.
L'irlandese ha un carattere forte e ribelle e riuscirà a sopravvivere durante la lunga traversata a bordo della London Pride, attirando però su di sé l'ira di alcuni loschi individui che vorrebbero vederla morta.

Giunta al porto di Newport News, una cittadina nello stato della Virginia, verrà acquistata da Gage Thornton.
L'uomo, rimasto vedovo in circostanze misteriose, è alla ricerca di una donna che possa fare da domestica in casa e da bambinaia per il figlioletto di pochi anni e, nonostante lo stato sciupato e malconcio nel quale si trova la ragazza, individua subito Shemaine tra le altre detenute, certo che sia proprio lei la donna giusta che stava cercando.
In un primo momento Shemaine è spaventata e diffidente nei confronti del suo nuovo padrone ma ben presto di accorge che Gage non è l'uomo malvagio di cui tutti in paese parlano male.

Questo romanzo, come detto prima, appartiene al genere Romance; un romanzo storico completo di una bellissima storia d'amore.
E chi si innamorerà secondo voi in questo racconto??! 
La risposta è abbastanza scontata ma il racconto sarà pieno di colpi di scena.
Si tratta di una lettura piacevole e molto scorrevole che, una volta iniziata, non riuscirete più a smettere.

Se siete appassionati di questo genere letterario non potete non leggere Petali sull'acqua, sono sicura vi piacerà tantissimo.
Io ho tutta l'intenzione di continuare a rileggere qualcun'altro dei romanzi di questa scrittrice per cui ci rivedremo qui alla prossima recensione!

Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, non dimenticate di iscrivervi al mio blog tramite il vostro indirizzo email!!

Alla prossima!


CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:


DELLA STESSA AUTRICE:

Il lupo e la colomba - Kathleen E. Woodiwiss

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Elisa di RivombrosaLa ricamatrice di segreti - Kate AlcottThe Mister - E.L. James