mercoledì 28 ottobre 2020

Recensione: Cosa ho fatto per amore - Susan Elizabeth Phillips

Ciao lettori,

Dopo un piccolo periodo di assenza sono tornata per recensire un romanzo che ho acquistato in una libreria di Verona durante le mie vacanze estive.

Si tratta di "Cosa ho fatto per amore" di Susan Elizabeth Phillips.


Agosto, settembre, ottobre... sono 3 mesi, lo so.

Ma non ho impiegato tutto questo tempo per leggere il libro!! 

Il romanzo in realtà l'ho divorato in pochi giorni ma dei nuovi progetti, ai quali mi sto dedicando in questo periodo, mi hanno tenuto lontana dal mio blog letterario.

Quali progetti?? Ora vi spiego.


Alcuni di voi avranno notato che all'interno del mio blog è "sparita" la pagina nella quale raccontavo dei miei viaggi.

Questo perché durante il periodo di lockdown di aprile ho iniziato a studiare seriamente ed ho aperto un nuovo blog dedicato completamente ai viaggi; passione che mi piacerebbe diventasse qualcosa di più concreto.

Se avete voglia di andare a curiosare seguite questo link: Itinerando con Ale.


Ma non siamo sul post giusto per poterci dilungare su questo argomento, per cui ecco a voi la recensione dell'ultimo romanzo che ho letto.

Recensione "Cosa ho fatto per amore" di Susan Elizabeth Phillips


Pubblicato da: Leggereditore
Genere: Narrativa rosa
Anno di pubblicazione: 2017
Nr. pagine: 349
Prezzo di copertina: € 14,90

Voto personale: 
❤❤

Recensione "Cosa ho fatto per amore" di Susan Elizabeth Phillips


TRAMA:

"Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l'ha appena lasciata... Un bel danno d'immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi avessero mai sospettato."

_____________________

RECENSIONE:

 

I protagonisti sono, Georgie e Bram, due attori di Hollywood resi famosi dopo aver recitato in una sit-com diventata intramontabile per il pubblico statunitense.

Skip e Scooter, i personaggi della sit-com, sono una coppia innamorata e affiatata e non potrebbero essere più diversi dai due attori che li interpretano, che invece si odiano a morte.

Georgie caratterialmente non assomiglia al suo personaggio anche se alcune delusioni nella sua vita l’hanno portata a reagire come la ragazza remissiva e combina guai che è Scooter.

Bram invece è l’opposto del bravo ragazzo affettuoso che dovrebbe rappresentare; si comporta da mascalzone, è un totale scansafatiche e, nel corso degli anni, si è fatto rovinare vita e reputazione da alcool, droghe e cattive frequentazioni.

È proprio per questi suoi vizi che i produttori hanno deciso di sospendere definitivamente la sit-com, lasciandola incompleta senza un finale concreto.

 

Dopo qualche anno i due protagonisti si incontrano nuovamente e, complice una serata alcolica, si ritrovano sposati.

La situazione è fin da subito insostenibile perché i due ragazzi a mala pena si sopportano.

I due attori però intravedono in questo inconveniente l'opportunità per tornare alla ribalta e decidono di fare buon viso a cattivo gioco fingendo di essere felicemente sposati.


"Cosa ho fatto per amore" è il classico libro leggero da vacanza che mi ha fatto compagnia durante gli spostamenti in treno.

Ho apprezzato lo stile narrativo della scrittrice che sinceramente non conoscevo.

È quel genere di libro che mi piace leggere per staccare da letture più impegnate e che, lo ammetto, riesce sempre a rilassarmi e a farmi sognare ad occhi aperti.

Mi è piaciuto perché a differenza di altri romanzi dello stesso genere, non è melenso e scontato.

La lotta tra i due protagonista è davvero accesa e continua colpo dopo colpo fino alla fine del romanzo tanto che, ad un certo punto, ho iniziato a dubitare potesse avere un lieto fine.

Georgie e Bram sono due personaggi tosti, fermi sui loro punti di vista e insieme fanno scintille.


Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, iscrivetevi alla mia newsletter!!


Alla prossima!


CLICCATE QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:



POTREBBE INTERESSARVI ANCHE:

Recensione "The Mister" di E.L. James
Recensione "Matrimonio di convenienza" di Felicia Kingsley  

Nessun commento:

Posta un commento