mercoledì 24 marzo 2021

Recensione: Il falco - Sveva Casati Modignani

Cari lettori,

ben ritrovati! Vi confesso che, in questi ultimi mesi, ero caduta in un "periodo letterario" nero come non ne avevo mai visti in precedenza.
Ultimamente faticavo a trovare la voglia di mettermi a leggere un qualunque libro.
Ho provato a spezzare questa situazione di stallo totale aprendo il nuovo romanzo di Sveva Casati Modignani, Il Falco.
Sarà riuscito a conquistarmi? Lo scoprirete solo continuando a leggere la recensione.

 

Recensione "Il falco" di Sveva Casati Modignani


Pubblicato da: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa rosa
Anno di pubblicazione: 2020
Nr. pagine: 497
Prezzo di copertina: € 19,90

Voto personale: 
❤❤


Recensione: Il falco - Sveva Casati Modignani

TRAMA:

"Giulietta Brenna è una donna brillante, ha una vita piena e ricca di affetti che colmano il vuoto lasciato dal compianto marito. Ma c'è una spina nel suo cuore che la tormenta da quarant'anni. È il suo primo grande amore, l'uomo che l'ha tradita e umiliata in maniera imperdonabile. Giulietta ha fatto il possibile per dimenticarlo, ma il suo volto è su tutti i giornali che raccontano i suoi successi imprenditoriali. Nel tentativo di liberarsi di lui una volta per tutte, brucia le foto e le lettere che testimoniano il loro amore lontano. Perché, a sessant'anni, vuole ricominciare una vita nuova. Rocco Di Falco ha origini molto umili. Nato in Sicilia, è arrivato a Milano con la famiglia negli anni Cinquanta. Un fatto traumatico lo ha privato delle certezze famigliari, ferendolo profondamente, e il lavoro è diventato la sua ragione di vita. L'intuito e l'intraprendenza lo hanno reso uno degli uomini più ricchi e importanti del mondo, capace, con la produzione degli occhiali, di creare un impero economico. Eppure, per quanto rapace e geniale negli affari, sul piano sentimentale la sua vita è stata un disastro. Il fatto è che non ha mai smesso di amare Giulietta, la donna che ha vergognosamente tradito. E adesso è arrivato il momento di riconquistarla. Il loro ritrovarsi è una storia intensa e appassionante, una girandola di colpi di scena che catturano il lettore dalla prima all'ultima pagina."

_____________________

RECENSIONE:

Era da un po' che non mi dedicavo alla lettura di un romanzo di Sveva Casati Modignani. Gli ultimi suoi scritti mi avevano un po' deluso.
Quest'ultimo l'ho regalato a Natale alla nonna di mio marito, fan di questa autrice, e lei me lo ha prestato dopo averlo concluso.
Non ha voluto lasciarmi un suo parere in merito e a questo punto, che ho finalmente terminato il romanzo, sono molto curiosa di ascoltarlo.
Ora però vi comunico il mio.

Ho trovato il racconto di un grado superiore rispetto agli ultimi che avevo recensito di questa scrittrice, come "Segreti e Ipocrisie" e "Festa di famiglia", tuttavia siamo ancora molto lontani dal livello di coinvolgimento dei suoi primissimi romanzi.

I personaggi principali non mi hanno minimamente conquistata, soprattutto il protagonista maschile Rocco di Falco.

Rocco è un uomo nato in un povero paesino della Sicilia.
Si trasferisce a Milano con tutta la sua famiglia quando il padre trova lavoro nell'azienda di un ricco imprenditore.
Una volta diventato adulto, viene assunto dai Biraghi nella piccola azienda famigliare che produce occhiali.
Negli anni Rocco accumula esperienza nel settore e, alla morte del padrone, acquisisce l'azienda e la porta a livelli inaspettati, affermandosi come leader mondiale nella fabbricazione di occhiali.

Rocco, ormai sessantenne, per un caso fortuito incontra nuovamente il suo primo amore: Giulietta.
Colei che stava per sposare, tantissimi anni prima, ma che ha tradito il giorno prima delle nozze. 

Sia Giulietta che Rocco non sono mai riusciti a dimenticare l'amore che li aveva uniti da giovani.
I due incominciano così a rifrequentarsi, e a ripercorrere con la memoria gli anni passati, nella speranza di riuscire a perdonarsi.

I lunghi flashback nel passato di Rocco, quando l'autrice ci racconta la sua storia dagli esordi in Sicilia fino al successo a Milano, sono gli unici capitoli che ho davvero letto con interesse.

Gli incontri tra Rocco e Giulietta, ambientati nel presente, sono stati invece uno scoglio difficile da superare. Sono noiosi, stucchevoli e mi hanno tentato continuamente di interrompere la lettura.
I due protagonisti utilizzano tra di loro un linguaggio difficile, fatto di paroloni e di frasi filosofiche che rende assolutamente poco scorrevole il racconto.

Non ho trovato la "storia intensa e appassionante, una girandola di colpi di scena che catturano il lettore dalla prima all'ultima pagina" promessa dalla trama.
Purtroppo anche questo libro di Sveva si è rivelato lontano dalle mie aspettative.
Che dite? Devo continuare a darle una possibilità o chiudere definitivamente i ponti con questa autrice?


Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, iscrivetevi alla mia newsletter!!

Alla prossima lettura!


CLICCATE QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:



DELLA STESSA AUTRICE:

Dieci e lode - Sveva Casati ModignaniSaulina - Sveva Casati Modignani


POTREBBE INTERESSARVI ANCHE:

Il posto delle margherite - Monika Peetz Dov'è finita Audrey - Sophie Kinsella



martedì 5 gennaio 2021

Recensione: Amo la mia vita - Sophie Kinsella

Ciao lettori,

Eccomi qui con la primissima recensione del 2021 e, per iniziare bene l'anno nuovo, sappiate che si tratta di una recensione più che positiva!

Oggi vi voglio presentare un libro che mi è stato regalato per Natale e che ho "divorato" in un solo giorno.

Si tratta di "Amo la mia vita", il nuovo romanzo scritto da Sophie Kinsella, autrice di "I love Shopping" e di tanti altri libri di successo.

 

Recensione "Amo la mia vita" di Sophie Kinsella


Pubblicato da: Mondadori
Genere: Narrativa rosa
Anno di pubblicazione: 2020
Nr. pagine: 324
Prezzo di copertina: € 19,00

Voto personale: 
❤❤


Recensione: Amo la mia vita - Sophie Kinsella

TRAMA:

"Ava vive a Londra, ha tre amiche del cuore e un compagno speciale, il suo beagle Harold, un cane molto vivace e disubbidiente che ne combina di tutti i colori. Non ha ancora trovato l'anima gemella e, dopo una lunga serie di incontri a dir poco insoddisfacenti, capisce che la ricerca di un partner online non fa per lei. Ava ha in mente mille progetti per la sua vita, le piace "ampliare i suoi orizzonti" anche se in realtà non sa quale strada prendere. Di fatto si guadagna da vivere scrivendo i bugiardini dei farmaci, è iscritta a un corso di aromaterapia e ha iniziato un suo romanzo, però non è molto ispirata. Decide perciò di partecipare a un corso di scrittura in Puglia dove conosce un uomo bello e misterioso da cui è irresistibilmente attratta. Tra i due scocca la scintilla, ma decidono di non chiedersi nulla delle loro rispettive vite, nome compreso. Alla fine di questa romantica avventura scoprono con gioia di essere entrambi diretti a Londra e cominciano a frequentarsi, ed è così che hanno inizio le sorprese… Ava avrà trovato l'uomo giusto o è solo un abbaglio?"

_____________________

RECENSIONE:

Quello al quale partecipa Ava, la protagonista, non è un semplice corso di scrittura. Si tratta di un ritiro letterario, all'interno di un antico monastero in Puglia, dove i partecipanti devo sottostare a determinate regole per tutta la durata del corso.

"Siamo in otto, seduti su sedie di legno consumate dal tempo, e indossiamo i semplici kurta di lino che ci hanno dato stamattina. E' una delle regole del ritiro: non si possono mettere i propri vestiti, e neanche usare il proprio nome. E neppure il proprio telefono...

Quando siamo arrivati ci hanno servito il pranzo in camera in modo che non ci conoscessimo prima di oggi pomeriggio....

Poi ci hanno accompagnati uno alla volta in questo spazio e ci hanno chiesto di restare in silenzio. E così eccomi qui insieme ad un gruppo di perfetti estranei con i quali non ho scambiato neanche una parola, giusto un paio di timidi sorrisi."

E' durante questo corso che Aria (nome che Ava ha scelto per sé) incontra Dutch, un affascinante e misterioso uomo che si è unito al loro ritiro all'ultimo minuto.
E' un colpo di fulmine per entrambi, che diventano fin da subito una coppia ufficiale.
Passano insieme delle bellissime giornate sulle spiagge della Puglia, a buttarsi dagli scogli, a baciarsi, a prendere il sole, a baciarsi di nuovo e a mangiare gelati.
E' tutto terribilmente romantico come in una scena dei classici Disney.

Ma questa "bolla di magia" è destinata a scoppiare con la fine del corso perché ognuno deve tornare a casa propria.
Potete immaginare quindi lo stupore e la felicità quando Aria e Dutch scoprono che entrambi sono diretti a Londra.

Una delle regole del ritiro letterario era quella di non rivelare a nessuno il proprio vero nome o raccontare particolari della propria vita. 
Ognuno dei due si è fatto delle idee precise sull'altra persona ma decidono di non svelare nulla fino al loro primo ufficiale appuntamento a Londra.

"Su. Sii onesta. C'è solo una parola per quello che provo in questo momento. Lo amo. Non so niente di quest'uomo. Nè la sua età, nè che lavoro fa, neanche come si chiama. Ma lo amo."

Aria e Dutch sanno di essere innamorati e di voler passare il resto della propria vita insieme e non hanno paura di svelarsi perché sono convinti di aver trovato la propria anima gemella.

Ne siamo sicuri??

Fino a questo momento l'autrice ha scelto di non rivelare neanche a noi lettori la vera identità di Aria e Dutch.
Sappiamo solo che Aria in realtà si chiama Ava, che ha un cane di nome Harold e tre amiche del cuore che sono la sua famiglia.
Nulla di più.
Ecco perché è stato divertimento puro imparare a conoscerla insieme a Dutch, che ovviamente non si chiama davvero così.

Se mi ero fatta delle idee su entrambi i protagonisti, sono state spazzate via dalla realtà dei fatti. Soprattutto per quanto riguarda Ava.

Questo romanzo mi ha conquistato fin dalle prime pagine e mi sono completamente innamorata dei personaggi del racconto, frizzanti e divertenti come in tutti i libri di Sophie Kinsella.
Il suo modo tragicomico di raccontare delle storie è divertente e unico.

Consiglierei la lettura di questo libro? Assolutamente sì. Correte a comprarlo!!


Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, iscrivetevi alla mia newsletter!!

Alla prossima lettura!


CLICCATE QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:



DELLA STESSA AUTRICE:

Sorprendimi! - Sophie KinsellaLa mia vita non proprio perfetta - Sophie Kinsella


POTREBBE INTERESSARVI ANCHE:

Cosa ho fatto per amore - Susan Elizabeth PhillipsPrima regola: non innamorarsi - Felicia Kingsley