mercoledì 24 marzo 2021

Recensione: Il falco - Sveva Casati Modignani

Cari lettori,

ben ritrovati! Vi confesso che, in questi ultimi mesi, ero caduta in un "periodo letterario" nero come non ne avevo mai visti in precedenza.
Ultimamente faticavo a trovare la voglia di mettermi a leggere un qualunque libro.
Ho provato a spezzare questa situazione di stallo totale aprendo il nuovo romanzo di Sveva Casati Modignani, Il Falco.
Sarà riuscito a conquistarmi? Lo scoprirete solo continuando a leggere la recensione.

 

Recensione "Il falco" di Sveva Casati Modignani


Pubblicato da: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa rosa
Anno di pubblicazione: 2020
Nr. pagine: 497
Prezzo di copertina: € 19,90

Voto personale: 
❤❤


Recensione: Il falco - Sveva Casati Modignani

TRAMA:

"Giulietta Brenna è una donna brillante, ha una vita piena e ricca di affetti che colmano il vuoto lasciato dal compianto marito. Ma c'è una spina nel suo cuore che la tormenta da quarant'anni. È il suo primo grande amore, l'uomo che l'ha tradita e umiliata in maniera imperdonabile. Giulietta ha fatto il possibile per dimenticarlo, ma il suo volto è su tutti i giornali che raccontano i suoi successi imprenditoriali. Nel tentativo di liberarsi di lui una volta per tutte, brucia le foto e le lettere che testimoniano il loro amore lontano. Perché, a sessant'anni, vuole ricominciare una vita nuova. Rocco Di Falco ha origini molto umili. Nato in Sicilia, è arrivato a Milano con la famiglia negli anni Cinquanta. Un fatto traumatico lo ha privato delle certezze famigliari, ferendolo profondamente, e il lavoro è diventato la sua ragione di vita. L'intuito e l'intraprendenza lo hanno reso uno degli uomini più ricchi e importanti del mondo, capace, con la produzione degli occhiali, di creare un impero economico. Eppure, per quanto rapace e geniale negli affari, sul piano sentimentale la sua vita è stata un disastro. Il fatto è che non ha mai smesso di amare Giulietta, la donna che ha vergognosamente tradito. E adesso è arrivato il momento di riconquistarla. Il loro ritrovarsi è una storia intensa e appassionante, una girandola di colpi di scena che catturano il lettore dalla prima all'ultima pagina."

_____________________

RECENSIONE:

Era da un po' che non mi dedicavo alla lettura di un romanzo di Sveva Casati Modignani. Gli ultimi suoi scritti mi avevano un po' deluso.
Quest'ultimo l'ho regalato a Natale alla nonna di mio marito, fan di questa autrice, e lei me lo ha prestato dopo averlo concluso.
Non ha voluto lasciarmi un suo parere in merito e a questo punto, che ho finalmente terminato il romanzo, sono molto curiosa di ascoltarlo.
Ora però vi comunico il mio.

Ho trovato il racconto di un grado superiore rispetto agli ultimi che avevo recensito di questa scrittrice, come "Segreti e Ipocrisie" e "Festa di famiglia", tuttavia siamo ancora molto lontani dal livello di coinvolgimento dei suoi primissimi romanzi.

I personaggi principali non mi hanno minimamente conquistata, soprattutto il protagonista maschile Rocco di Falco.

Rocco è un uomo nato in un povero paesino della Sicilia.
Si trasferisce a Milano con tutta la sua famiglia quando il padre trova lavoro nell'azienda di un ricco imprenditore.
Una volta diventato adulto, viene assunto dai Biraghi nella piccola azienda famigliare che produce occhiali.
Negli anni Rocco accumula esperienza nel settore e, alla morte del padrone, acquisisce l'azienda e la porta a livelli inaspettati, affermandosi come leader mondiale nella fabbricazione di occhiali.

Rocco, ormai sessantenne, per un caso fortuito incontra nuovamente il suo primo amore: Giulietta.
Colei che stava per sposare, tantissimi anni prima, ma che ha tradito il giorno prima delle nozze. 

Sia Giulietta che Rocco non sono mai riusciti a dimenticare l'amore che li aveva uniti da giovani.
I due incominciano così a rifrequentarsi, e a ripercorrere con la memoria gli anni passati, nella speranza di riuscire a perdonarsi.

I lunghi flashback nel passato di Rocco, quando l'autrice ci racconta la sua storia dagli esordi in Sicilia fino al successo a Milano, sono gli unici capitoli che ho davvero letto con interesse.

Gli incontri tra Rocco e Giulietta, ambientati nel presente, sono stati invece uno scoglio difficile da superare. Sono noiosi, stucchevoli e mi hanno tentato continuamente di interrompere la lettura.
I due protagonisti utilizzano tra di loro un linguaggio difficile, fatto di paroloni e di frasi filosofiche che rende assolutamente poco scorrevole il racconto.

Non ho trovato la "storia intensa e appassionante, una girandola di colpi di scena che catturano il lettore dalla prima all'ultima pagina" promessa dalla trama.
Purtroppo anche questo libro di Sveva si è rivelato lontano dalle mie aspettative.
Che dite? Devo continuare a darle una possibilità o chiudere definitivamente i ponti con questa autrice?


Se vi è piaciuto questo post non dimenticate di condividerlo con i vostri amici e, se volete restare sempre aggiornati sulle recensioni delle mie letture ma soprattutto sulla prossime novità letterarie, iscrivetevi alla mia newsletter!!

Alla prossima lettura!


CLICCATE QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO CON:



DELLA STESSA AUTRICE:

Dieci e lode - Sveva Casati ModignaniSaulina - Sveva Casati Modignani


POTREBBE INTERESSARVI ANCHE:

Il posto delle margherite - Monika Peetz Dov'è finita Audrey - Sophie Kinsella



Nessun commento:

Posta un commento